I fiordi più famosi della Norvegia

фьорды фото
16.05.2019 0 Comments

La Norvegia deve la sua ricchezza ai fiordi dell’ultima era glaciale. In passato un enorme ghiacciaio, lungo mille metri, tagliava il paesaggio naturale, lasciando dietro di sé solchi profondi, come accade dopo un bulldozer. Le calette formatesi oggi formano la parte occidentale del paese e forniscono ai pescatori locali non solo bellezza ma anche pesci enormi.

Forse il modo più conveniente e migliore per viaggiare nei fiordi è noleggiare una barca o un traghetto che spesso va da costa a costa. Tutto quello che possiamo offrirvi è venire con noi, in modo «virtuale» a visitare i fiordi più belli e famosi della Norvegia.

1. Fiordo di Geiranger

Se lo esplori dall’acqua, ad esempio sulla nave Hurtigruten o sul traghetto per Geiranger, puoi vedere una serie di impressionanti cascate. Le più famose sono le «Sette sorelle», sette cascate, le cui acque sfociano nel fiordo di Geiranger.

Il vicino villaggio pittoresco si trova in cima al fiordo ed è un popolare punto di partenza per escursioni a piedi, in barca o in kayak. Per la sua biodiversità e le sue dimensioni, il Geirangerfjord appartiene al patrimonio mondiale dell’UNESCO «Fiordi della Norvegia occidentale».

capre in Norvegia

2. Fiordo di Neroy

Nonostante la sua lunghezza di 17 chilometri, conserva ancora tutte le caratteristiche tipiche dei fiordi norvegesi: natura selvaggia quasi incontaminata con ripide montagne ricoperte di ghiacciai, innumerevoli cascate e ruscelli di montagna che sfociano nel fiordo.

Alle sue pendici si trovano antichi poderi raggiungibili solo via acqua. Il Neroyfjord è senza dubbio uno dei fiordi più belli del mondo e, come il precedente, è incluso nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

fiordo in verde

3. Hardangerfjord

La primavera è il periodo migliore per visitare l’Hardangerfjord: i pendii delle montagne sembrano illuminarsi sulle rive, i fiori colorati delle enormi piantagioni di mele, pere, ciliegi e prugne per le quali la zona è famosa stanno sbocciando. L’opulenza dei colori unita al blu del fiordo e alle bianche vette delle montagne dell’Hardangervidda sono perfette per le foto.

L’acqua di disgelo ha reso le innumerevoli cascate della regione ancora più impressionanti. Per esplorare le montagne circostanti, i ghiacciai e la famosa Trolltunga, è meglio aspettare l’estate, tranne quando si prevede di sciare.

il golfo tra le coste

4. Trollfjord

A Trollfjord, i capitani delle barche devono mostrare le loro abilità, perché l’ingresso del fiordo è largo solo 100 metri. Inoltre, è circondato da rocce e, sebbene abbia ulteriori movimenti, un percorso più ampio, una manovra di svolta alla fine, rimane pericoloso.

Inoltre, la terra della leggenda dice che le rocce possono volare in una nave… dai troll. L’essenza della storia è che c’è il pericolo che le rocce cadano da montagne alte più di 1.000 metri, quindi le grandi navi possono navigarci sopra solo quando il tempo è favorevole.

una nave tra le rocce

5. Nurfjord

Nel 2017 il Nordfjord si è arricchito di una vera attrazione — Queen Sonja ha aperto la funivia più ripida del mondo — Loen Skylift, letteralmente in cinque minuti si raggiunge la cima di Hoven a oltre 1000 metri di altitudine, da dove si può vedere un vista panoramica sui ghiacciai Jostedalsbrin e Brixdal… Le montagne lungo il fiordo sono un paradiso per le escursioni in estate, lo sci o le ciaspolate in inverno.

un villaggio sulla costa

6. Sognefjord

Il fiordo più famoso della Norvegia, grazie alla sua profondità e lunghezza di 200 chilometri nell’entroterra, fino alle montagne.

Numerosi villaggi pittoreschi si trovano sulle rive a nord ea sud del fiordo e le montagne e i ghiacciai circostanti offrono numerose opportunità per attività all’aria aperta. Incluso nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

baia sotto il sole

Prima di visitare i fiordi più belli della Norvegia, ti consigliamo di controllare le previsioni del tempo. Anche se hai intenzione di guardare l’attrazione dalla riva, c’è il rischio che dovrai chiamare i bagnini, perché i venti furiosi non sono rari in questo paese.