Guida a Pretoria — la capitale del Sud Africa

16.04.2019 0 Comments

Pretoria è una città africana che, nonostante la sua piccola area, si è guadagnata lo status di capitale del Sudafrica. Pretoria si trova lontano dalla costa, quindi non è molto attraente per i turisti, inoltre la fondazione della città risale al 19° secolo, il che significa che qui non ci sono molti monumenti antichi. Tuttavia, sarebbe sbagliato saltarlo, dal momento che il turismo in questa zona non è peggio sviluppato che nelle megalopoli.

In termini di architettura, è una città confortevole con uno stile tradizionale. La popolazione principale è costituita da giovani, quasi il 50% della popolazione ha meno di 25 anni. La capitale Pretoria, oltre alle università che insegnano agli studenti stranieri, è nota per la presenza della più grande università per corrispondenza, l’UNISA, i cui titoli di studio sono riconosciuti in tutto il mondo.

Storia

L’area di Pretoria fu inizialmente colonizzata da Boscimani e Ottentotti. Nel IX secolo furono soppressi dai popoli bantu che si dedicavano all’allevamento, alla caccia e all’agricoltura. Dal XV secolo gli esploratori portoghesi iniziarono a cercare nuovi luoghi in cui stabilirsi, il primo europeo a fare il giro del mondo fino al Capo di Buona Speranza fu il portoghese Bartolomeo Diaz. Successivamente, nel 1497, vi giunse con il famoso navigatore Vasco da Gama.

Nel 1652 su quel territorio fu aperto il primo porto commerciale, Città del Capo. La struttura originariamente fungeva da punto di rifornimento per le navi mercantili dirette in Indonesia. Il suo compito era anche quello di fornire acqua, piante medicinali, carne e altri beni necessari. Dopo 26 anni arrivarono olandesi, tedeschi e francesi, detti boeri. Nel 1700, circa 1.100 bianchi vivevano sul promontorio e dopo 43 anni quel numero salì a 4.000 persone.

Piazza Pretoria

Quindi gli abitanti iniziarono ad attirare schiavi dall’Africa occidentale e orientale. Il 1779 fu un periodo di conflitto tra coloni e tribù, che portò a otto guerre che durarono fino al 1878. Gli inglesi vinsero la guerra e gli insediamenti boeri iniziarono a declinare. Per molti anni i bianchi hanno dominato, solo nel 1995 gli africani hanno guadagnato una quota di vantaggio sugli altri residenti.

Vacanza a Pretoria

Pretoria è una città di contrasti in contrapposizione a una metropoli frenetica e frenetica. È dominato da tranquille zone residenziali che hanno conservato le loro caratteristiche coloniali, il centro è costruito con grattacieli. A volte, passeggiando per la periferia, ci si può imbattere in una capanna con il tetto ricoperto di rami di palma. La principale ricchezza della città sono soprattutto le aree verdi del giardino botanico e zoologico nazionale.

Il capitello iniziò la sua formazione attorno al sagrato della chiesa, che rimane quello principale; ci sono edifici antichi e importanti intorno ad esso. Al centro della piazza si erge una statua del presidente Paul Kruger, la città invita i viaggiatori stanchi a visitare il più antico ristorante Riche.

Nel sud-ovest della città si trova il municipio di Raadsal, la South African Reserve Bank progettata dal famoso architetto Herbert Baker. Il nord della capitale è decorato con il Palazzo di Giustizia. A nord-ovest del centro, dietro lo zoo, si trovano gli edifici dell’Unione dal design interessante. Di fronte al municipio è stato costruito il Museo del famoso scultore Paul Kruger Anthony.

auguri da Pretoria

Pretoria è un buon posto per acquistare artigianato tradizionale africano importato da diverse parti del paese e, per ottenerne uno unico, devi andare a una fiera locale. I negozi si trovano principalmente in centro.

Dove mangiare

Il ristorante La Perla al 211 di Skinner Street serve cucina italiana. Mostafa, con piatti africani e marocchini, si trova a St. Duncan, 478. C’è un solo ristorante fast food, La Madeleine, che serve sapori franco-belgi. I piatti tradizionali vengono preparati in Arkadia, le verdure dolci con carne sono consigliate ai turisti.

Vacanza a Pretoria

I principali quartieri dell’intrattenimento sono Sunnyside e Hatfield, che si trovano a est del centro, dove sono concentrati quasi tutti i caffè e le discoteche. Partecipare a corse di cavalli, rugby e cricket sono passatempi popolari tra i residenti. Inoltre, i viaggiatori apprezzeranno le immersioni, il surf, le escursioni in montagna.

Oltre all’intrattenimento, la regione offre splendide viste sulle cime innevate, sulle colline e sui fiumi trasparenti che portano a polisaccaridi in fiore di tonalità bianche, viola e blu.