Guida turistica di Rio de Janeiro

17.04.2019 0 Comments

Rio de Janeiro è visitata ogni anno da milioni di turisti, tra i quali ci sono gli amanti dell’esotico, l’Amazzonia selvaggia, i sostenitori delle feste con lo champagne. È un paradiso per gli amanti della montagna e degli sport acquatici, oltre a una vista sulla costa con la sabbia più pulita della spiaggia. Ogni anno, la capitale del Brasile ospita un carnevale animato e famoso in tutto il mondo.

Storia

Nel gennaio del 1502, l’esploratore portoghese Gaspar de Lemos sbarcò nella grande baia di Guanabara, sulla cui riva si trova la moderna capitale. Il navigatore scambiò la baia per la foce del fiume e la chiamò Rio de Janeiro (fiume di gennaio). La regione fu poi abitata dagli indiani Tamoyo.

Il primo insediamento europeo fu costruito solo cinquant’anni dopo che i francesi sbarcarono i portoghesi. Nel 1555 fondarono la Francia Antartica (Francia Antartica) su una piccola isola nella baia. I portoghesi attaccarono i francesi nel 1560 sotto il comando di Nicolas de Villagagnon.

Sebbene i francesi fossero amici dei nativi Tamoyo, cedettero ai portoghesi. Gli indiani Tamoyo si stabilirono in altre parti del paese. Dopo la vittoria, i portoghesi costruirono la città fortificata di San Sebastian do Rio de Janeiro sulla collina (l’odierna Morro do Castelo), dove all’epoca vivevano circa 500 persone.

La popolazione era dedita all’agricoltura, all’esportazione di canna da zucchero e altri prodotti agricoli, fino al 1585 c’erano circa 750 portoghesi, 3000 indiani, 100 schiavi africani. L’area urbana si espanse gradualmente lungo la costa.

foto di spiagge brasiliane

All’inizio del XVIII secolo furono scoperti enormi giacimenti d’oro nei pressi della provincia di Minas Gerais. L’inizio della corsa all’oro cambiò così tanto l’importanza della città che fu dichiarata sede del governatore. Intorno al 1799 qui vivevano circa 43.000 persone, di cui circa un terzo erano schiavi.

Dal 1830, la ricchezza aumentò attraverso l’esportazione del caffè, con la benedizione della corte reale, Rio de Janeiro divenne una città europea cosmopolita, la cui élite viveva una vita di lusso, tuttavia, il resto della popolazione viveva in povertà.

Dopo l’abolizione della schiavitù nel 1888 e l’instaurazione della Repubblica, i residenti non hanno notato un miglioramento dello status sociale, ma la città, che è in costante competizione con San Paolo, ha superato i suoi concorrenti in termini di popolazione: 1,2 milioni di persone e aumentò anche economicamente e industrialmente.

Negli anni ’80 e all’inizio degli anni ’90 hanno prevalso la corruzione, la povertà e la criminalità, che hanno oscurato il boom. Fu solo dopo la Conferenza delle Nazioni Unite sull’ambiente e lo sviluppo nel 1992 che le autorità cittadine iniziarono ad affrontare problemi urgenti. Oggi la città non è solo il centro politico, economico, ma anche culturale e turistico del Brasile.

Vacanza a Rio de Janeiro

Rio è famosa per le sue bellissime spiagge di Copacabana e Ipanema, che hanno goduto di una popolarità costante per molti anni, così come per i vicini hotel di lusso, ristoranti esclusivi, negozi e casinò.

Quando ti stanchi di oziare sulla spiaggia, puoi pianificare una gita in città dalla centrale piazza Floriano, dove ci sono molti bar, caffè e ristoranti che offrono un pranzo abbondante dopo la passeggiata.

Opere insolite di artisti brasiliani sono conservate nel Museo Nazionale di Belle Arti, situato vicino al Monastero di S. Antuna — il più antico edificio sacro.

In pochi metri vedrai il Palazzo Imperiale, costruito tra il XVIII e il XIX secolo. L’ex residenza degli imperatori — ora funge da luogo per varie mostre. Il prossimo museo Edson Carneiro, non meno interessante, conserva una collezione di arte popolare.

Se sei interessato ai monumenti sacri, vale la pena visitare le cattedrali di Igreja de Nossa Senhora do Monte Carma e St. Sebastiano, che è considerata la chiesa più brutta, mentre l’esterno, che lascia un’impressione deprimente, non può essere paragonato all’interno. Questa è una sorta di inganno visivo: dall’esterno l’edificio lascia molto a desiderare, ma all’interno la stanza brilla di colori arcobaleno sotto i raggi del sole grazie alle vetrate colorate.

foto delle attrazioni di Rio de Janeiro

Da non perdere assolutamente il monumento più famoso: il monumento a Cristo Salvatore, alto 38 metri, eretto per il 100° anniversario dell’indipendenza e inaugurato il 12 ottobre 1931, è considerato l’attrazione principale della capitale del Brasile ed è stato insignito del titolo di meraviglia del mondo.

Un’altra attrazione è il Pan di Zucchero, alto 396 m sopra la baia di Guanabara, raggiungibile con la funivia. Inoltre, non dimenticare lo sport nazionale o il calcio. Rio de Janeiro ospita uno degli stadi più grandi del mondo, il Maracanà, con una capacità di circa 200.000 spettatori. Lo stadio stesso è stato costruito per la Coppa del Mondo nel 1950. Attualmente ha lo status di monumento.

Rio de Janeiro è per lo più associata al Carnevale, un evento rumoroso e luminoso. Le scuole di ballo preparano spettacoli tutto l’anno per vincere il titolo di migliore. Durante il carnevale, i partecipanti vestiti di colori che ballano la samba passano per le strade della città.

La Biblioteca Nazionale ti offre relax tra un gran numero di libri. Un magnifico edificio neoclassico con tesori d’arte, migliaia di libri del re João VI del Portogallo, 122 stampe originali di Albrecht Durer, delizieranno sicuramente l’avido lettore.

Acquistare

La grande metropoli brasiliana offre ai turisti una ricca selezione di ogni tipo di merce e souvenir, acquistabili nei centri commerciali e nelle fiere. Conosciuti per i loro sapori unici, vino e formaggio sono disponibili nei negozi di Rua da Carioca. Nella stessa strada, puoi acquistare strumenti musicali brasiliani a Casa Oliveira.

Accanto alla fontana in piazza Chinze de Novembro c’è un mercato di souvenir. Vale la pena sapere che puoi acquistare prodotti indiani presso il negozio Funai nel Museu do Indio, Rua Palmeras 55 a Botafogo. Il mercato delle pulci si tiene ogni domenica in piazza General Osorio a Ipanema.

Vacanze a Rio de Janeiro — dove mangiare

Prova i frutti di mare ad Alba Mar, che si affaccia sulla baia. Il ristorante più antico è il Bar Luis in Rua da Carioca 29, un ottimo posto per cenare con un bicchiere di vino tradizionale.

Il ristorante più visitato dai turisti è Guimas, un misto di cucina brasiliana e orientale, che rende i suoi piatti unici. La Confeuteria Lope, in Avenida NS de Copacabana 1334, serve cucina dal carattere culturale e brasiliano. Al Raymahal sono disponibili sapori indiani e al Via Pharma vengono preparate numerose paste.

divertimento

Rio de Janeiro è conosciuta principalmente per il suo carnevale vivace e colorato. La vacanza dura quattro giorni: una processione colorata riempie tutte le strade principali della città. La sua parte integrante è la samba. Questa danza di radici africane nasce nel XIX secolo come antesignana della Quaresima.

Vacanze brasiliane

Spettacoli lirici e concerti si tengono nel magnifico Teatro Municipal in Piazza Floriano. Eventi di teatro e danza — nei teatri João Caetano e Carlos Gomez in Piazza Tridentis.

Una parte speciale della costa si trova a circa 100 chilometri a sud della città. La terraferma ospita piccoli e tranquilli villaggi di pescatori che sono in netto contrasto con la vita cittadina di Rio. Di fronte alla costa si trovano numerosi isolotti abitati e disabitati con vegetazione lussureggiante e spiagge bianche.

Una vacanza a Rio de Janeiro può essere diversa, ma è certo che rimarrà un’avventura indimenticabile. Allegro, verde, attivo e allo stesso tempo calmo, sarà la scelta più originale per le vacanze a lungo.