Guida della città di Nuova Delhi

архитектура нью-дели
02.03.2019 0 Comments

La capitale dell’India, Nuova Delhi, non è la destinazione turistica più popolare, ma gli amanti dell’India saranno senza dubbio deliziati dall’esperienza. Numerose attrazioni, cultura e piatti unici non si ripetono in nessuna città europea, perché qui regna un’atmosfera speciale.

Storia di Nuova Delhi

Sebbene la città di Nuova Delhi non sia sempre stata la capitale dell’India, ha svolto un ruolo importante nella storia della parte settentrionale del subcontinente indiano. Questa zona non era pacifica e ogni sovrano successivo formò gradualmente l’attuale capitale.

All’inizio della nostra era, sul sito di Delhi, l’imperatore Ashoka fondò la città di Pataliputra, che fungeva da capitale del suo impero. Nel XII secolo fu istituito un regno che copriva l’area tra Qutab Minar e Suran Kund.

Le città successive del XII-XIV secolo furono Siri, Tughlakabad, Dzahanpanah. Sfortunatamente, non è stato conservato un solo edificio di quel tempo. Ma Firuzabad, costruita nel 1354, ha lasciato un’eredità sotto forma di rovine di moschee e pilastri di Ashoka portati da altrove. Nel sedicesimo secolo apparve un nuovo sovrano afghano. Dopo 100 anni, l’area cadde sotto la grande dinastia Mughal.

strade dell'India

Gli inglesi conquistarono la città nel 1803, la popolazione indiana espresse a lungo la sua opposizione e nel 1857 la città divenne un centro di resistenza agli invasori britannici. La capitale originaria dell’India britannica era Calcutta. Fu solo all’inizio del XX secolo che gli inglesi iniziarono a costruire New Delhi. L’India è diventata libera solo nel 1947. La nuova e moderna città è la sede principale degli edifici governativi e delle ambasciate.

Attrazioni della città di Nuova Delhi

Ci sono molti posti interessanti qui, ma questa zona non è molto adatta ai turisti. Il sistema dei trasporti pubblici è a dir poco caotico, la temperatura supera i 40 gradi in estate e l’aria è molto inquinata.

Le vecchie strade del diciassettesimo secolo sono circondate da frammenti delle mura della città di Shahdzakhanabad. Dopo le porte della città, ci sono strade strette e affollate dove si incontrano moschee indù e islamiche. Le strade laterali conducono ai fiorenti bazar di Chandni Chowk.

L’edificio più famoso che dimostra il potere del Grande Mogol è il Forte Rosso, costruito in arenaria rossa da Sachim Jan. La costruzione dell’edificio durò 10 anni e fu completata nel 1648.

All’interno si possono ammirare le sale marmoree, l’auditorium privato del sovrano e la prima moglie dell’imperatore. La fortezza ospita anche il Museo del Movimento per la Libertà (Svatantrata Sangram Sangrahalaya). Qui ogni sera si tengono interessanti dimostrazioni di luci e suoni sulla storia indiana.

foto della moschea

Un altro edificio, conservato ai tempi di Sakha Jahan, è una grande moschea creata nel 1658. Quattro torri, due minareti di 40 metri, costruiti in arenaria rossa e marmo bianco, adornano senza dubbio la capitale. I visitatori devono togliersi le scarpe prima di entrare.

Tra la parte vecchia e quella nuova della città si trovano le rovine di Firuzabladu, un pilastro Ashoka di 13 metri. Lungo le rive dello Yamuna, i gradini ghat conducono all’acqua dove vengono eseguiti i rituali sacri. Il punto di riferimento più famoso è il Radz Ghat, una lastra rettangolare di marmo nero, dove il Mahatma Gandhi fu cremato nel 1948.

New Delhi, come immaginata dai designer, è una città di parchi, fontane, larghi viali alberati dietro i quali, ignorando le macchine, camminano mucche indiane. Connaught Place è un centro turistico, commerciale e di intrattenimento. Ci sono molti edifici interessanti nella zona, tra cui il più antico è Jantar Manar, un osservatorio astronomico. L’attrazione principale è l’enorme struttura della meridiana.

costruire l'India

La parte orientale è decorata con la Porta dell’India, un arco trionfale di 42 metri. Nelle vicinanze si trova l’edificio Rasztrapi Bhawan, residenza ufficiale del presidente, che combina elementi di stile mongolo ed europeo.

Il grande giardino vicino al residence è purtroppo chiuso ai visitatori per la maggior parte dell’anno. Si consiglia anche una passeggiata attraverso il Giardino Mughal, che rivela una vista impeccabile di canali d’acqua, fontane, arte topiaria, fiori colorati piantati con motivi geometrici.

Musei e gallerie

Il Museo Nazionale Zanpat conserva una collezione di bronzi indiani, sculture lignee e terrecotte dei secoli III-II. aC, oltre a costumi tribali indiani e dipinti murali. Indira Gandhi Memorial Museum nel luogo del suo assassinio. Nel museo puoi vedere gli ultimi sari colorati, raccolte di lettere, ritagli di stampa, fotografie, cimeli personali.

La National Gallery of Modern Art, l’ex residenza del Maharaja di Jaipur, apre ai turisti le opere di artisti indiani. I più importanti sono i dipinti di Abanendranath Tagore, Nandalal Bose, Jamini Roy.

Nuova Delhi: cosa e dove acquistare

Sete, pietre preziose, mobili antichi, spezie: tutti questi beni importati dagli angoli più remoti dell’India vengono acquistati nei negozi e nei bazar di Delhi.
I mercati municipali separati sono specializzati in determinati prodotti. Al Cottage Industries Emporium su Janpath puoi acquistare pelle, tessuti, gioielli, seta, cotone e vari sari.

Su Baba Harak Sing Marg, i negozi vendono coperte di qualità, sciarpe di lana e sciarpe di cashmere. D’altra parte, Pumpahar è dominata dalle ceramiche di vetro di Tanyuver, tradizionali figure di divinità. L’Uttar Pradesh è specializzato in prodotti in pelle, rame e ottone.

figurine degli dei dell'India

Oltre ai mercati cittadini, Delhi ha piccoli bazar selvaggi che rappresentano la massima quantità di cose, odori e folle. Il bazar di Chandni Chowk è pieno di oro, noci, spezie, seta, tappeti, profumi.

Il mercato di Sander Nagar su Mathura Road offre oggetti d’antiquariato di fronte ai negozi sul marciapiede. Uno dei bazar più prestigiosi di Delhi è Khan Market. Il mercato delle spezie si trova su Hari Baoliv. Alla maggior parte dei venditori sul mercato non dispiace abbassare il prezzo attraverso le negoziazioni. I negozi sono aperti dalle 10:00 alle 18:00-19:00.

Cucina e animazione

Consideriamo diversi ristoranti che servono piatti nazionali ed europei. Chor Bizaare è apprezzato dai turisti per le sue opzioni vegetariane e il famoso pollo tandoori in salamoia può essere gustato a Darajandz. Un’opzione interessante è il ristorante mobile Kasturba Gandhi Marg, che viaggia per New Delhi per un’ora e mezza e mostra agli ospiti i panorami più belli.

La cucina dei distretti nord-occidentali della capitale Nuova Delhi, dove si incrociano le influenze centroasiatiche e afgane indiane, è offerta da House Chas. Fino a poco tempo, l’alcol era vietato ovunque, ora è disponibile solo nei bar, nei club chiusi, negli hotel. Pertanto, rimane ancora un fenomeno raro nella vita della popolazione, perché il suo prezzo è sopravvalutato.

Le birre locali possono essere degustate a El Rodeo, dove i camerieri indossano abiti da cowboy e sgabelli da bar a forma di selle. Oltre alle discoteche, Delhi ha molti posti dove puoi guardare musica, spettacoli di danza in stile hindi. I centri culturali più famosi sono Habitat e Teatro da Camera Triveni.

L’India è un bel paese con le sue tradizioni, che sono chiaramente espresse nella capitale. Parchi verdi, cucina che unisce tante spezie, sari lussuosi, per capire tutta la saggezza principale di questo popolo, bisogna visitarlo. Vieni e torna di nuovo qui, innamorati dei vivaci paesaggi naturali e urbani.

Добавить комментарий

Ваш адрес email не будет опубликован. Обязательные поля помечены *