guida turistica di istanbul

27.04.2019 0 Comments

Grazie alla sua posizione geografica e alla sua ricca storia, Istanbul è una metropoli affascinante e piena di contrasti. La città di 15 milioni di abitanti ha alle spalle una storia di 2.600 anni che nasconde diverse influenze culturali. Le tracce di Greci, Romani e Ottomani lasciate in varie parti della città sono il motivo principale per cui i turisti dovrebbero visitarla.

Il periodo migliore per visitare

L’estate è la scelta perfetta per una vacanza a Istanbul. Se le temperature superiori ai 30 °C sono troppo elevate per te, la primavera e l’autunno possono essere una buona alternativa. Le temperature scendono molto in inverno, quindi quei mesi non sono adatti ai viaggi.

Vacanze a Istanbul: un po’ di storia e cultura

È facile perdersi lì, da un lato a causa delle sue enormi dimensioni, e dall’altro perché Istanbul è da tempo sotto il controllo dei suoi 13 milioni di abitanti. I comuni hanno tentato più volte di riportare l’ordine, ma con risultati minimi. Tuttavia, nell’ultimo decennio, la città è cambiata, così nel 2010 ha ricevuto il titolo di uno dei più culturali e, naturalmente, sono stati trovati fondi per il restauro di edifici storici.

Hagia Sophia, un tempo la più grande chiesa cristiana, il Palazzo Topkapi, la residenza del sultano, le grandi moschee: i monumenti di fama mondiale brillavano di un nuovo bagliore. Inoltre, la città ha preso coscienza del suo passato: il suo legame greco-bizantino non è più ignorato. Nelle immediate vicinanze di Hagia Sophia, gli archeologi hanno scoperto i resti del palazzo imperiale bizantino, ed è stato riaperto il porto più antico della città sul Mar di Marmara. Inoltre, gli abitanti costruirono il villaggio di Bisanzio per gestire la navigazione nel Mar Nero.

Navi di Istanbul

L’essere nominata Capitale Europea della Cultura ha finalmente messo Istanbul in cima alla lista delle mete turistiche preferite. La globalizzazione culturale ha raggiunto il suo apice. Mentre i turisti arabi viaggiano in Occidente, i turisti europei sono affascinati dalla caratteristica mescolanza di Oriente e Occidente — moderni centri commerciali accanto ad antichi bazar, grattacieli tra vecchi edifici ottomani in legno, minigonne accanto a veli — da nessuna parte l’influenza dell’Occidente è più visibile . come in questa città.

Grandi contrasti, come Beyoglu, che ha un carattere tutto europeo, e Islamic Fatih, mostrano infatti l’indulgenza della popolazione insita nelle soluzioni moderne e, allo stesso tempo, il desiderio di preservare la memoria della creazione dell’intero Stato.

A Istanbul, la popolazione giovane colpisce particolarmente. La vita è pulsante, ogni visitatore può percepirne la dinamica. Per i viaggiatori provenienti da qualsiasi parte d’Europa, Istanbul ha un altro fascino: conoscerai una nuova Turchia. Chiunque si aspetti di vedere la Turchia tradizionale sarà sorpreso: la città incarna una parte promettente del paese che si sta rapidamente modernizzando e da tempo si è trasformata in un importante centro di economia, cultura e innovazione.

Vacanze a Istanbul — attrazioni

Per quasi 1.600 anni Istanbul è stata la capitale degli imperi romano, bizantino e ottomano. Oggi in città troverai un gran numero di edifici storici sopravvissuti a quel tempo. Di seguito è riportato un elenco di attrazioni da non perdere.

1. La Moschea Blu

In realtà si chiama Moschea del Sultano Ahmed, ma la maggior parte delle persone probabilmente la conosce come la Moschea Blu. L’edificio del XVII secolo deve il suo nome alle piastrelle bianche e blu che dominano l’interno dell’edificio. La Moschea del Sultano Ahmed è un capolavoro dell’architettura ottomana e uno degli edifici più belli del mondo. All’interno, sarai accolto da cupole e pareti riccamente decorate.

La cupola principale è alta circa 43 metri e un totale di 260 finestre illuminano la moschea. La sua particolarità sono i suoi sei minareti, il cui numero è diventato un ostacolo tra il sultano e l’architetto, perché è sorta la confusione, invece di minareti d’oro ne sono cresciuti sei non dorati.

2. Santa Sofia

Un altro punto di riferimento di fama mondiale a Istanbul è la Basilica di Santa Sofia. Fu costruita nel VI secolo d.C. come basilica a cupola dall’imperatore romano Giustiniano. Dopo che gli ottomani conquistarono Bisanzio, trasformarono la chiesa in una moschea. Dal 1935 l’edificio è adibito a museo.

All’interno dell’ex moschea ci sono tracce di uso bizantino e ottomano. Nella tarda antichità e nel medioevo, la cattedrale era considerata l’ottava meraviglia del mondo.

cosa vedere a istanbul

3. Palazzo Topkapi

Il Palazzo Topkapi fu costruito nel 1459 sul promontorio tra il Corno d’Oro e il Mar di Marmara. Per secoli servì come sede dei sultani e fu il centro amministrativo dell’Impero Ottomano. Il grande complesso ha ora quattro cortili ed è adibito a museo. Il palazzo copre 69 ettari, compresi edifici e giardini. Qui vedrai collezioni di porcellane, manoscritti, ritratti, gioielli, vestiti e capelli della barba del profeta Maometto.

4 Gran Bazar

Il tradizionale mercato turco è il Grand Bazaar di Istanbul, che esiste qui dal 15° secolo. Il territorio con una superficie di 20.000 mq e 4.000 negozi accoglie fino a mezzo milione di persone al giorno.

foto di Istanbul

5. Cisterna Basilica

Il bacino idrico di Istanbul ti porta nei sotterranei della metropoli, durante l’antica epoca bizantina era utilizzato come serbatoio per il Grande Palazzo, con una capacità di 138 metri di lunghezza e 65 metri di larghezza. Costruita tra il 532 e il 542, è composta da 336 colonne alte circa otto metri.
L’ingresso all’impressionante mondo sotterraneo si trova vicino a Hagia Sophia.

6. Parco Yildiz

Se hai bisogno di una pausa dal trambusto turistico intorno alle attrazioni di Istanbul, ti consigliamo una visita al Parco Yildiz. Questo «parco delle stelle», precedentemente destinato solo al sultano, è uno dei più grandi della città, proprio sulla riva del Bosforo. Passeggia attraverso splendidi giardini fioriti sotto alberi esotici, visita i caffè situati all’interno dei padiglioni del XIX e XX secolo. Ammira il lago con stagni e fontane

7. Palazzo Dolmabahçe

Il magnifico palazzo si trova proprio sulla riva del Bosforo, sul lato europeo di Istanbul. Il «Palazzo dei giardini pieni», come viene tradotto l’edificio, è stata la residenza dei sultani ottomani dal 1856. In precedenza vivevano nel Palazzo Topkapi, ma a causa dei legami più stretti con l’Europa, sembrava appropriato che il sultano avesse il suo residenza secondo gli standard europei.

Il Palazzo Dolmabahce è lungo 600 metri e copre 45.000 metri quadrati, dispone di 285 camere, sei hammam, 68 bagni per la famiglia reale e un appartamento. Oggi è possibile visitare solo una parte delle camere arredate in modo lussuoso e moderno.

foto moschea di istanbul

8 Torre di Leandro

La torre risale al 18° secolo e si trova a circa 180 metri dall’acqua lungo la costa del distretto di Uskudar. Per molti anni ha servito come faro, telegrafo ottico, stazione di quarantena, dogana e casa per ufficiali di marina.

Il nome Leander è associato alla leggenda di Leander, che navigava ogni notte verso la sua amata fino a quando una notte gli venne incontro con una torcia. L’eroe morì e la ragazza fu gettata nell’abisso.

C’è anche una versione leggermente diversa. In turco, il nome della torre è tradotto come «Torre della fanciulla», ricordando che in passato gli indovini prevedevano la morte di una principessa per avvelenamento. Il padre sconvolto ordinò che la figlia fosse rinchiusa in una torre, dove in seguito fu morsa da un serpente portato con un cesto di frutta, che portò alla morte della giovane bellezza.

Dove mangiare

Il ristorante Banyan, affacciato sulla baia di Banyan, serve i migliori piatti della cucina dell’Estremo Oriente. Institution Vogue, prepara deliziosi piatti mediterranei, cucina fusion e offre ai visitatori un menu completo di sushi. Ci si può sedere in terrazza o nel verde giardino. Rumelihisarı İskele è uno dei migliori ristoranti di pesce di Istanbul. Il molo dismesso dei traghetti attira i turisti con la sua semplicità e le luci intense la sera.

Banche e uffici di cambio

Le banche sono generalmente aperte dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:00 e dalle 13:30 alle 17:00. Alcuni sono aperti a pranzo e il sabato. Puoi anche cambiare denaro in tutti gli uffici di cambio. Il modo più semplice è prelevare denaro dalla carta di debito alla macchina. Gli euro vengono emessi presso le macchine HSBC-Bank e Disbank. Quasi tutti gli indirizzi accettano carte di credito.

Vacanze a Istanbul — trasporto pubblico

A Istanbul, il modo migliore per viaggiare è con un taxi relativamente economico, ad eccezione del tram e della funivia tra il tunnel di Karakoy e Kabatas Taksim. Da mezzanotte alle 6 del mattino si applica il prezzo della notte (50% in più). Prima di mettersi alla guida, verificare che il conducente conosca la destinazione e che il tassametro sia acceso.

Gli autobus sono generalmente sovraffollati e spesso devono rimanere negli ingorghi per ore. Le stazioni centrali degli autobus si trovano a Taksim, Karakoy, Eminon e Hurriyet Meidan a Beyazit. Oltre all’acquisto del biglietto, l’autista può anche chiedere il prezzo del biglietto. Per un lungo viaggio, è meglio acquistare un Akbil (biglietto elettronico).

La linea centrale del tram ad alta velocità (Khizi Tram) va da Kabatash via Eminonu e Sultanahmet a Zeytinburnu. La funivia del tunnel parte da Karakoy per Istiklal-Caddesi (Beyoglu). La metropolitana va da Piazza Taksim a Maslak (6:15-0:30 tutti i giorni, a intervalli di 5 minuti, 8 fermate costano circa 80 centesimi).

Una vacanza a Istanbul può diventare una vera vacanza, in primavera c’è un festival dei tulipani, in estate c’è un festival jazz e in autunno gli artisti organizzano il festival d’arte Tunnel intorno alla Torre di Galata.