Azerbaigian: due giorni nella vita di un turista

огни баку
25.02.2019 0 Comments

L’Azerbaigian è un paese di magnati del petrolio e persone di temperamento, e Baku è la sua capitale. I nostri eroi, Alan e Zhanna, si adattano all’immagine dei cittadini: sono bellissimi. Ma Zhanna sarà una normale turista che cercherà di vivere con 100 dollari, Alan interpreterà il ruolo di un ricco petroliere.

Il primo giorno

Questa è una città cara per i turisti: camera — min. 50 dollari, mangia in un bar: da 10 dollari, i tassisti rompono i prezzi cosmici. Ma Jeanne ha accettato di guidarla gratuitamente. Le donne non hanno opinioni

Tutti i magnati del petrolio camminano solo con le guardie del corpo ($ 633), Alan e la sua carta di credito d’oro non hanno fatto eccezione, un’auto per 2 giorni — $ 1012. Certo, ha bisogno dell’hotel più costoso di Baku — si è rivelato essere «Exesselior » , per 2 giorni — $ 1.861. La camera è lussuosa e dignitosa.

Jeanne cerca una notte nel centro storico: un quartiere murato con strade tranquille. Questo è un ricordo della Baku medievale. Pertanto, Zhanna ha erroneamente deciso che avrebbe potuto passare la notte a buon mercato: l’hotel costava $ 101! Qualche tempo dopo, ha trovato un letto in un appartamento da $ 19 con due camere da letto con un divano letto.

Dopo aver parlato con il proprietario dell’appartamento, la ragazza ha appreso che le donne in Azerbaigian non hanno la propria opinione fin dall’infanzia, gli uomini decidono su tutto e persino una madre ascolta suo figlio minore. I loro desideri non vengono presi in considerazione in alcun modo. Possono vivere tutta la vita a Baku senza mai fare il bagno, perché il loro marito non li ha portati al Lago Caspio. Morale molto rigida!

Alan è andato al pozzo petrolifero: devi vedere come vivono i milionari. Le idee sbagliate sul colore dell’olio sono state dissipate: sono marroni, verdi e incolori. Sono usati in vari campi. L’intera attività petrolifera è di proprietà dello stato; non ci sono privati. C’è anche una città petrolifera situata sull’acqua, che sta gradualmente cadendo in rovina.

Un tappeto è una cosa di status per ogni azerbaigiano. Più la persona è anziana, più è rispettato. Be’, Jeanne non può permetterselo, ma Alan si è comprato per 3.000 dollari.

Monumento a Fahid: un busto del famoso poeta azerbaigiano, i cui capelli e collo sono decorati con gli eroi delle sue opere. Anche il luogo delle riprese dell’iconico film «Diamond Hand» si trova nelle vicinanze.

Una bellissima vista panoramica si apre dalla torre della TV, il punto più alto della città. Solo dopo aver raggiunto la torre Zhanna si rese conto che non c’era alcuna piattaforma panoramica, ma c’era un costoso ristorante. È brutto andarsene e Zhanna ha dato 12 dollari per tè e pasticcini. Non riuscivo a farne a meno, quindi sono andato al bar di casa — mi hanno dato da mangiare alla discarica per solo mezzo dollaro!

Gli oligarchi a Baku competono in tutto, molte case sembrano pretenziose. Uno dei vizi dei ricchi è l’autosha: comprare Zhiguli per farli a pezzi. Occupazione mortale, ci sono state anche vittime umane! Alan ha parlato con queste persone ma non ha partecipato.

secondo giorno

Dopo essersi svegliata e aver fatto colazione, Jeanne è andata alla Torre della Fanciulla, uno dei simboli della città. Ha preso il nome dalle spesse mura: nessuno poteva sfondarle. Oggi è nota per le ragazze suicide.

Se sei un milionario, dovresti assolutamente provare il caviale nero. Alan è arrivato ai resti di caviale Da Baku un uomo può prendere solo 200 grammi, Alan ne ha presi 300 ($ 300). Se è chic, allora grande: Alan ha noleggiato uno yacht per 3 ore ($ 1.138), ha bevuto champagne e mangiato caviale.

Un tander è un forno per il pane di terracotta in cui l’impasto si attacca alle pareti del contenitore con un fuoco rovente. Zhanna ha cotto questo pane con le sue stesse mani e lo ha mangiato, innaffiato con pera, tè in un bicchiere a forma di pera. Ma Alan aveva l’agnello con verdure fresche, noci ed erbe aromatiche in un meraviglioso ristorante. Tutto al massimo livello!

Добавить комментарий

Ваш адрес email не будет опубликован. Обязательные поля помечены *