Il clima del lago Baikal — la perla della Russia

синее озеро
04.08.2019 0 Comments

Come uno degli oggetti naturali più singolari sulla Terra, il clima del lago Baikal con le sue specificità è stato incluso nella lista del patrimonio naturale mondiale dell’UNESCO nel dicembre 1996.

Condizioni climatiche del lago unico

Il clima del lago Baikal, nella Siberia orientale, è meridionale, fortemente continentale, con inverni lunghi e freddi ed estati umide e calde. Il microclima del lago Baikal e della sua costa è vicino al mare, e ciò si spiega con il fatto che il lago si trova ad una notevole altitudine (457 m), circondato da alte catene montuose che isolano questa zona dagli influssi esterni, nonché come l’influenza termica dell’enorme strato di acqua del Baikal.

Il clima sul lago Baikal è più caldo in inverno e più fresco in estate rispetto alle zone limitrofe più vicine. Le condizioni climatiche più favorevoli si trovano sull’isola di Olkhon, che si trova nel lago. La sua superficie è di 740 km2. La parte del Baikal tra l’isola e la terraferma è chiamata il Mar Piccolo ed è la parte più calda del lago.

Ogni anno il lago naturale, la perla della Russia, gela completamente e rimane sotto il ghiaccio per circa cinque mesi. Il processo di congelamento inizia in diverse parti del lago in momenti diversi: inizia ad ottobre al nord e va a sud, ea gennaio l’intera superficie del lago è ghiacciata.

Il ghiaccio ai bordi crea forme fantastiche chiamate schizzi; nella parte nord-occidentale del lago il ghiaccio assume la forma di lastre completamente pulite e trasparenti spesse più di 1,5 metri. Lo specchio d’acqua ghiacciato veniva utilizzato ai tempi di Stalin come strada per il trasporto di prigionieri e merci, accorciando il percorso della Ferrovia Transiberiana nell’area.

Fauna e flora del Baikal

Le condizioni ecologiche uniche del lago Baikal lo rendono un habitat per molte specie di animali, uccelli, pesci, piante e microrganismi. Si presume che nel lago vivano 1085 specie vegetali e 1550 specie animali, l’80% delle quali sono animali endemici, cioè vivono solo in questo luogo sull’intero pianeta.

Fauna e flora del Baikal

I rappresentanti più interessanti degli animali selvatici della taiga del Baikal sono lo zibellino di Barguz, che, per la sua bella e durevole pelliccia preziosa, è chiamato il re delle pellicce selvatiche o oro tenero a causa della costante richiesta della sua pelliccia alle aste internazionali di pellicce . E il più grande animale della taiga nella taiga della regione del Baikal è l’alce (alce).

L’unico mammifero che vive nel bacino è il sigillo del Baikal (sigillo siberiano). È una delle sole tre specie di foche d’acqua dolce sul nostro pianeta stampate sui francobolli. I cuccioli di foca nascono in rifugi sulla neve, del peso di 4 kg, con una pelliccia bianca come la neve. Fino a 6-7 settimane, si nutrono del latte materno, sono costantemente con lei nel rifugio.

Passando all’alimentazione dei pesci, le foche cambiano colore in grigio argento e negli adulti è già marrone-marrone. Attualmente sul lago Baikal vivono circa 120.000 foche. Come specie prossima all’estinzione, il sigillo è elencato nel Libro rosso. Il cibo per le foche rare sono specie ittiche non commerciali, anch’esse endemiche: golomjanka e Baikal glavoč.

Golomjanka è un pesce d’acqua dolce di acque profonde con caratteristiche uniche, è trasparente. La spina dorsale e gli organi interni dei pesci vivipari possono essere visti attraverso il corpo senza squame. Il suo corpo è grasso per il 40%. Il lago è abitato da due specie: la grande golomjanka e la piccola golomjanka. Golomyanka è il componente principale della biomassa del lago, il peso della famiglia di pesci golomyanka che vive nel lago raggiunge i 100-150 milioni di tonnellate.

Delicatezza Baikal — omul baikal

Questi pesci sono anche una componente alimentare importante per un altro endemico del lago Baikal: il Baikal omul, un pesce della famiglia dei salmoni, con una lunghezza del corpo fino a 56 cm. I residenti di tutta la Siberia considerano l’omul un pesce delizioso.

Il più popolare tra i turisti è l’omul affumicato, che viene venduto nelle stazioni ferroviarie, nei negozi e nei mercati. L’omul salato e la stroganina a base di omul crudo congelato sono i più richiesti dalla popolazione locale. Il platano viene tagliato a listarelle sottili e mangiato con cipolla, sale e pepe.

Omul Baikal

L’elevata richiesta di omul negli anni ’60 del XX secolo ha portato ad un aumento delle catture di pesce, che ha ridotto notevolmente la quantità di pesce nel lago e ha portato alla completa sospensione della pesca. Oggi soddisfare la domanda del mercato di Baikal omul è un compito difficile, ma viene risolto con discreto successo.

La flora del Baikal è ricca e diversificata

Il lago è circondato da massicci montuosi ricoperti da taiga secolare dove crescono sia conifere che conifere. Gli alberi a foglie caduche più comuni sono la betulla e il pioppo tremulo. Conifere: abete rosso, abete, pino, larice, cedro.

Ozaro Baikal clima.

Il cedro siberiano e il larice siberiano sono piante uniche nella zona del lago Baikal; nella taiga ci sono alberi di oltre 500 anni che non hanno marciume cardiaco. Il legno di larice non marcisce in acqua, si rinforza solo. Le noci di cedro siberiano contengono sostanze utili alla salute umana e vengono utilizzate come prelibatezza; olio di cedro molto pregiato è ottenuto dai semi di cedro.

Il cedro nano cresce in alta montagna. Nei pressi del lago Baikal crescono licheni e muschio di sfagno, che di solito muoiono quando l’ambiente è inquinato.