Perché le verdure sono utili per il viaggiatore

преимущества здорового питания
28.09.2019 0 Comments

Sembra che il numero di tipi di ortaggi disponibili nei nostri negozi sia illimitato, ne possiamo trovare di poco conosciuti, che vengono coltivati ​​solo nel sud dell’Europa o in altre zone climatiche. Tuttavia, molte varietà, un tempo estremamente apprezzate e ora immeritatamente dimenticate, sono tornate oggi sulle nostre tavole. Se, ovviamente, ricordi il loro nome, gusto e aspetto.

Verdure sane sono essenziali per il viaggiatore

Pomodori, cetrioli, lattuga, porri, sedano sono quelli che più spesso vengono acquistati o coltivati ​​nei nostri orti. La lista è finita? Fortunatamente no! Abbiamo dimenticato molti, un tempo popolari, che le nostre nonne usavano nelle loro cucine. Oggi, invece, stanno tornando in auge grazie al trend del cibo sano e biologico.

Qualcuno ricorda il rabarbaro? Molti hanno bevuto composta di rabarbaro, mangiato torta al forno, ma ora, se qualcuno della generazione più giovane sa che aspetto ha o che odore ha, consideralo un miracolo. Proviamo a ricordare come le verdure sane stanno vivendo una rinascita. Possiamo coltivarli noi stessi e poi preparare pasti semplici con grande piacere.

Le verdure sono suddivise nelle seguenti sezioni:

    • crocifere
    • frondoso
    • radici
    • verdura di zucca
    • piante di belladonna
    • arco

Indipendentemente dalla tipologia, per il loro valore nutritivo, dovrebbero essere inseriti nel menu del giorno. Naturalmente, ricorda che le stesse condizioni di crescita hanno un enorme impatto sulla qualità dei fratelli verdi, benefici per la salute.

La base per un buon raccolto è un terreno fertile arricchito con fertilizzanti naturali senza esaltatori artificiali, pesticidi, ma anche senza metalli pesanti, come il piombo, che abbonda lungo l’autostrada.

Verdure crocifere

Le verdure sane del gruppo delle Crocifere sono probabilmente le più conosciute. Il periodo di resa va dall’inizio della primavera al tardo autunno. Il rappresentante più famoso, il cavolo cappuccio, viene consumato quasi tutto l’anno, soprattutto nel nostro paese.

Le casalinghe preparano ancora deliziose prelibatezze, è relativamente facile da coltivare anche in condizioni difficili ed era precedentemente considerato il cibo dei poveri. Il cavolo cappuccio è stato coltivato fin dall’antichità. È caratterizzato da resistenza alle alte temperature, bassi requisiti di coltivazione.

Cucinato come gli spinaci, si sposa bene con grasso, formaggio, aglio. Le foglie vengono cotte in combinazione con erbe aromatiche come bietole e acetosa. Le ricette popolari includono la pentola di prosciutto inglese, il pane italiano e la zuppa di burro di salvia. Oltre al gusto, fornisce al corpo varie vitamine del gruppo B, PP, H, E e K, nonché fibre che supportano la digestione.

Ancora più rara è la korabica, anch’essa appartenente a questa sezione. Come è utile questo ortaggio? La korabica fresca e giovane ha un gusto eccellente sia cruda che cotta. La pianta ha un alto contenuto di vitamina C, gruppo B e viene coltivata in tempi relativamente recenti.

Il suo maggiore utilizzo è probabilmente nella cucina tedesca. Il cavolo rapa è simile al cavolo riccio, ma un po’ più dolce ed è un’ottima aggiunta ai piatti principali come il salmone al forno. Adatto per farcire, cuocere con salsa di formaggio, panna, spezie varie, come aggiunta a piatti di carne.