Qual è la verdura più sana

зеленые овощи с огорода
14.10.2019 0 Comments

Tra le verdure a foglia se ne trovano altre altrettanto apprezzate, come le bietole o il rabarbaro. Tutti sono estremamente utili e non solo per i viaggiatori.

La bietola, nota anche come barbabietola fogliare, è una pianta con parti commestibili: foglie, steli che hanno linee chiare che sono più rosse dell’ombra delle foglie di barbabietola.

Bietola, rabarbaro - perfezione frondosa

Il prodotto si utilizza in primavera, quando risulta più dolce e morbido, ideale per insalate, zuppe, tradizionale borsch rosso. Non confondere la bietola con le foglie di barbabietola. Prima la bietola era molto apprezzata e solo i re la mangiavano, ora sta visitando sempre di più le nostre aiuole e giardini.

Il rabarbaro è una pianta perenne della famiglia degli ortaggi a foglia con un caratteristico fusto rosso denso che termina con grandi foglie. Con il rabarbaro, solo una parte dello stelo è commestibile e le foglie hanno proprietà velenose. L’ortaggio è molto diffuso in Gran Bretagna, dove si cuociono torte, si preparano dolci vari, torte, sciroppi di rabarbaro, e si aggiunge anche alla carne.

Consigliamo il soufflé di budino come ottimo dessert. Nel nostro paese, il rabarbaro era piuttosto popolare, ma ora appare raramente sulle tavole. La composta, preparata dalle bisnonne, soddisfaceva il desiderio di dissetarsi.

Quali verdure sono utili: pastinaca, scorzonera, rape

Un’altra famiglia — gli ortaggi a radice — nasconde anche vari tipi di verdure sane che le casalinghe usano raramente. Uno di questi è la pastinaca, nota anche con il detto «riso pastinaca con semi di papavero».

Pastinaca, scorzonera, rutabaga - ortaggi a radice rari

Una volta era molto popolare, in seguito è diventato mangime per animali, il che è un peccato, perché ha proprietà uniche. Nell’aspetto e nel gusto ricordano in qualche modo una miscela di prezzemolo e carote. Questo è un ortaggio a radice carnoso e dal sapore dolce che contiene molta vitamina C e fibre. Come la maggior parte delle verdure, ci è arrivata dalle parti meridionali dell’Europa.

Tuttavia, si scopre che alle verdure piacciono i climi freschi. Il congelamento leggero esalta e perfeziona il sapore ricco. La coltivazione della pastinaca selvatica non deve essere confusa con la radice di cicuta, una pianta velenosa mortale. Utilizzato in cucina in molti modi, purtroppo molte ricette sono state dimenticate e perse. Ora questo ortaggio sta riscoprendo le sue proprietà benefiche. Puoi cuocere, stufare lo stufato con panna, aggiungere all’insalata.

Un altro rappresentante poco noto è la scorzonera, detta anche capra o barba di capra. Cresce bene nei climi freddi o temperati, nonostante provenga dall’Europa meridionale e dal Medio Oriente.

È caratterizzato da una lunga radice marrone che deve essere ben sbucciata prima del consumo perché la sua corteccia è leggermente legnosa e non commestibile. La radice di scorzonera può essere preparata in molti modi: arrostita, fritta o servita con la besciamella. Di norma vengono aggiunti alle insalate per un abbinamento sano, rispettando il valore nutritivo.

Tra gli ortaggi a radice, puoi trovarne uno estremamente raro, salutare e gustoso: è la rutabaga. Prima era spesso usato, soprattutto dai contadini poveri e dai cittadini.

In tempi difficili, era l’unico cibo disponibile da cui si potesse preparare un pasto nutriente. Ciò era particolarmente vero nei paesi freddi, le verdure avevano una funzione simile in Gran Bretagna, Irlanda e Svezia. Solitamente, la nutriente zuppa era preparata con patate o fagioli, e può anche essere arrostita con altre verdure.

Zucca, non è più una zucca rara

Zucchine — hanno la forma di un piattino con bordi arrotondati come uno dei rappresentanti delle verdure di zucca, sono sempre più popolari sulla tavola degli alimenti biologici.

Zucca, non è più una zucca rara

I negozi offrono piccoli vasetti di zucchine, molto gustosi e grandi, come gli ingredienti di un’insalata. Verdure sane crescono dai semi, la coltivazione è molto semplice. Particolarmente apprezzato per il suo alto contenuto di vitamina C.

Può essere consumato con successo durante una dieta: facilmente digeribile, ipocalorico. Viene spesso fritto fino a doratura e aggiunto alla pasta, ad esempio con l’aglio. Le zucche grandi sono deliziose ripiene di carne con altre verdure e al forno. buon appetito!