Guida turistica per la Tunisia

красивый тунис
14.03.2019 0 Comments

La Tunisia è una vera perla del mondo arabo. Incantevoli città antiche, deserto dorato e storia beduina sono un paradiso mediterraneo per coloro che hanno intenzione di rilassarsi, sperimentare e imparare.

Capitale: Tunisia
Valuta: dinaro tunisino
Popolazione: 10.032.050 persone
Elettricità: 220 V, nel sud dell’isola, in vecchi edifici 110 V
Numero di telefono del paese: + 216
Fuso orario: UTC + 2
Numeri di emergenza: 197 polizia, 198 soccorritori ambulanza
Area: 163.610 km
Immagine satellitare e camminata verso la destinazione: https://goo.gl/maps/VfXbq4fxjGs

posizione geografica

La Tunisia si trova nel nord dell’Africa. La costa del paese è piuttosto sviluppata e numerose baie sono tagliate nella terra, le più grandi delle quali sono Tunisi, Hammamet, Little Syrta.
La costa è alta e rocciosa, con spiagge sabbiose lungo la costa orientale. Ci sono molte isole nelle baie, tra le quali sono famose Djerba, Kerkenna, Chergi, Garbi. Il territorio dello stato è diviso in due parti: la montagna settentrionale, la pianura meridionale.

foto della mappa della tunisia

Sul lato occidentale si trovano le montagne dell’Atlante, la maggior parte del paesaggio meridionale è occupato da un lago salato chiamato Shott, e qui inizia il deserto del Sahara. La parte centrale del paese è caratterizzata da terreni fertili, perché l’unico fiume tunisino Mayarda scorre a torrenti attraverso numerose piantagioni.

Vacanze in Tunisia — tempo e clima

Il clima mediterraneo è più sentito nel nord del paese e subtropicale nel sud, dove cadono fino a 220 mm di precipitazioni all’anno. La temperatura media di gennaio è di circa 9 °C, la neve compare solo sulle montagne del nord-est. Più vai a sud, più fa caldo. Ci sono luoghi in cui non piove da diversi anni e la temperatura massima registrata è di 50°C. Il periodo migliore per visitare la Tunisia va da maggio a ottobre, quando la temperatura non supera i 30°C.

Storia

Nel duemila aC il territorio fu conquistato dai Fenici, che qui fondarono numerose città. Uno di questi era la famosa Cartagine, il più importante rappresentante del mondo antico.

Dopo il conflitto con l’Impero Romano e la sconfitta di Annibale a Zama, nel 146 a.C. il paese passò sotto il dominio dei romani. I Vandali tedeschi conquistarono il paese intorno al V secolo d.C., e un secolo dopo subentrò Bisanzio. Gli arabi governarono il paese alla fine del VII secolo. Nel 1574 i Turchi presero il controllo dell’area, così la Tunisia divenne parte dell’Impero Ottomano. Quando nel 1881 sorse un grande debito, la Francia prese il controllo del paese, facendone il suo protettorato.

Qui il movimento di liberazione nazionale si sviluppò molto rapidamente e negli anni ’20 fu creato il partito Destour per lottare per l’indipendenza. Durante la seconda guerra mondiale, la Tunisia fu occupata dagli eserciti tedesco e italiano, e successivamente dalle forze britanniche.

La dipendenza dalla Francia continuò fino al 1954, quando la Tunisia ottenne l’autonomia interna e il 20 marzo 1956 l’indipendenza. Dopo il ripristino dell’indipendenza, agli stranieri è stato vietato per legge di possedere terreni, il che ha portato a un significativo esodo.

Il primo presidente del Paese è Habib Bourguiba. Fu eletto per la prima volta per un mandato di cinque anni fino al 1975, quando fu nominato presidente a vita. Il rigido governo ha impedito lo sviluppo del fondamentalismo che ha avvicinato il paese all’Europa occidentale, ma ha limitato il pluralismo e la democrazia.

In un colpo di stato del 1987, il presidente fu rovesciato e sostituito dall’ex primo ministro Ben Ali. Sfortunatamente, ha continuato con il suo stile di governo autoritario, sopprimendo l’opposizione. A cavallo tra il 2010 e il 2011, si sono svolte proteste di massa, a causa delle quali Ben Ali ha lasciato il paese e la Tunisia ha iniziato a spianare la strada alla democrazia.

luoghi d’interesse

Hammamet. Questa è una delle località di villeggiatura più importanti del paese, dove i viaggiatori amano riposare così tanto, desiderosi di farsi un’idea in qualsiasi momento della giornata. Spiagge, intrattenimento senza fine sono disponibili anche di notte. Inoltre, la città di Hammamet è ricca di cultura, sport e attività ricreative.

Tunisia. la principale città portuale situata nella parte nord-orientale del paese. L’area è caratterizzata da numerose civiltà: romana, bizantina, tedesca e araba. La capitale è divisa in due parti: quella vecchia circondata da mura e quella nuova con architettura europea.

Susa. La terza città più grande della Tunisia, che è diventata gradualmente un’importante meta turistica. L’attrazione è un insolito museo ricco di reperti antichi di epoca romana e araba.

Isola di Djerba. Il più grande del Nord Africa. Ci sono numerosi complessi alberghieri di lusso, una lunga spiaggia sabbiosa, puoi andare in un’avventura nel deserto, nel cui cuore si trova un’oasi verde.

Monastero. Piccola cittadina da vedere a piedi, le strade larghe e le alte palme sono l’ideale per chi cerca una vacanza rilassante in Tunisia.

Midoun. Una tipica cittadina araba con strade strette, circondata da una possente fortezza.

Porto El Kantaoui. È pieno di parchi e i bambini adoreranno andare allo zoo.

Mahdia. Costruito su suolo fenicio, ha molti uliveti che si estendono fino a spiagge sabbiose.

Houmt Suk. La capitale dell’isola è Djerba. Costruito sul sito dell’antica città romana di Herb.

Pasti e bevande

Il piatto tunisino più comune è il cous cous e spesso nei piatti si trovano montone, pesce, agnello, manzo e pollame. Tradizionalmente qui si mangia con le dita o con il pane, ma è diffuso anche il consumo su un piatto con le posate.

Il dessert è composto da datteri, baklava, mesofuf — cuscus dolce con noci e latte. L’Islam proibisce l’alcol, ma può essere acquistato nelle città. Nelle giornate calde, i tunisini preferiscono rilassarsi con un tè freddo alla menta o un caffè dal gusto eccezionale. La qualità dell’acqua del rubinetto in molte regioni è scarsa. Pertanto, è meglio usare acqua bollita o in bottiglia.

citazioni diverse sullo spazio

economia

La Tunisia appartiene ai paesi in via di sviluppo. Oltre all’agricoltura, qui si sta sviluppando anche l’industria di trasformazione. I terreni agricoli in Tunisia occupano il 30% del territorio, ma a causa delle condizioni climatiche sfavorevoli le rese sono molto basse. Si coltivano grano, orzo, barbabietola da zucchero, agrumi, vite e olivo.

L’agricoltura è concentrata nella zona settentrionale, dove vagano capre, pecore e cammelli. Un settore economico più importante è la pesca, perché le acque del Mar Mediterraneo sono ricche di tonni, sardine e granchi. Il pescato annuale qui raggiunge le 91 mila tonnellate. Anche la produzione di petrolio nel deserto del Sahara vicino al confine con l’Algeria porta ricavi elevati. Il livello di reddito è nella media, la disoccupazione raggiunge il 15%.

Vacanze in Tunisia

La Tunisia è un paese arabo dove l’Islam è la religione di stato. Il 99,4% della popolazione è musulmana, il restante gruppo è composto da cristiani ed ebrei. Dominano gli arabi (98%), il resto della popolazione sono berberi (1,2%), italiani, francesi, greci. La lingua principale in Tunisia è l’arabo, il francese è usato per il commercio e l’istruzione. La lingua berbera può essere ascoltata solo nei piccoli villaggi del sud del paese.

L’elemento che determina il ritmo della vita quotidiana, come in altre nazioni islamiche, è la preghiera cinque volte al giorno. La preghiera più importante si tiene il venerdì a mezzogiorno, insieme al sermone dell’imam.

Un edificio significativo in ogni città è la moschea ei minareti, che a parte le funzioni religiose e culturali. Inoltre, la popolazione aderisce alla vita secondo il calendario lunare. Il festival di due giorni di Ed Essegir segna la fine del Ramadan. Le persone indossano i loro vestiti migliori per visitare gli amici, scambiare regali con loro.

Istruzione e lavoro

L’istruzione primaria e secondaria è gratuita, i bambini ricevono l’istruzione superiore solo nella capitale. L’Istituto di Lingue Moderne Bourguiba è una delle università più famose al mondo dove gli stranieri possono studiare il dialetto tunisino.

Lavorare in Tunisia è difficile perché i salari sono bassi. Il settore del turismo costiero offre la maggior parte del lavoro. Gli stranieri che vogliono lavorare in Tunisia devono conoscere l’arabo e il francese. Il paese è aperto agli investitori stranieri.

Sicurezza

I viaggi organizzati in giro per il Paese non sono pericolosi, ma se vuoi viaggiare da solo, sappi che in alcune parti del Paese a volte ci sono proteste legate alla crisi politica ed economica, che possono diventare una minaccia per la salute.
Si consiglia alle donne di viaggiare in coppia, indossando gonne lunghe, pantaloni, vestiti o camicie a maniche corte senza scollature profonde.

Fai attenzione quando fai la spesa, soprattutto al mercato. I tunisini possono essere molto persistenti, offrendo cose di cui non hai davvero bisogno e allo stesso tempo non si preoccupano di ridurre il prezzo del prodotto selezionato. Presta particolare attenzione alla conservazione di documenti e contanti, tieni esattamente quanto prevedi di spendere nelle tue tasche. Se non hai abbastanza soldi, ci sono sportelli bancomat vicino ai negozi.

Salute

È utile vaccinarsi contro difterite, tetano e tifo prima di mettersi in viaggio. Se viaggi per più di 3 mesi, indipendentemente dal fatto che tu abbia a che fare con animali o esplori il sottosuolo, si consiglia la vaccinazione contro la rabbia, la tubercolosi, l’epatite B. Inoltre, possono verificarsi problemi di salute come indigestione, osservare l’igiene personale prima di mangiare.

connessione

Le telecomunicazioni sono ben organizzate nelle grandi città, con telefoni pubblici in quasi tutte le strade. Le chiamate locali sono economiche e le chiamate internazionali possono essere costose, quindi si consiglia di utilizzare Internet. Operatori mobili — Tunisi, Orange, Tunis Telecom. Per chiarire i prezzi dei servizi mobili, è meglio contattare il proprietario della rete. Internet è disponibile e la velocità di connessione è piuttosto lenta.

Il servizio postale nazionale La Poste Tunisienne, affidabile e relativamente veloce, soddisfa gli standard internazionali. La consegna di una lettera in Europa richiede meno di sette giorni e negli Stati Uniti o in Australia non più di due settimane. Gli uffici postali hanno orari di apertura diversi e sono generalmente aperti dalle 8:00 alle 18:00 dal lunedì al sabato e la domenica mattina dalle 9:00 alle 11:00. Va ricordato che durante i mesi estivi l’ufficio postale è chiuso a pranzo, gli orari di lavoro di tutte le agenzie governative e l’ufficio postale cambiano durante il Ramadan.

trasporto

Treno. Puoi viaggiare da nord a sud con la compagnia ferroviaria SNCFT. Il treno si riempie nelle stazioni intermedie come Sousse e Sfax. Ci sono altre linee ferroviarie che collegano il resto della città.

Macchina. Viaggiare in auto è comodo e sicuro, soprattutto se vieni con la tua, grazie al traghetto che parte dall’Italia o dalla Francia. Puoi anche noleggiare un’auto in aeroporto, ma devi avere una patente di guida internazionale valida.

autobus. Questo trasporto è disponibile in tutte le città, le regole non sono diverse da quelle europee.

Una vacanza in Tunisia, ovviamente, suscita ammirazione, per non rimanere delusi dal viaggio, è sufficiente aderire alle norme accettate.

Добавить комментарий

Ваш адрес email не будет опубликован. Обязательные поля помечены *