Guida turistica del Perù

природа перу
27.03.2019 0 Comments

Il Perù è la culla della civiltà più antica del mondo e si trova in Sud America. Molte tracce degli Incas, meraviglie naturali e architettura coloniale susciteranno sicuramente emozioni positive e le nuove impressioni ricevute qui rimarranno per sempre nella tua memoria.

Capitale: Lima
Valuta: nova sol (PEN)
Popolazione: 31.152.700
Elettricità: 220V / 60, 110V / 60Hz
Prefisso internazionale: 0051
Fuso orario: UTC-5
Numero telefonico di emergenza: 117 bagnini, 116 vigili del fuoco, 105 polizia 103 —
Area informazioni: 1.285.220 km²
Immagine satellitare e camminata verso la destinazione: https://goo.gl/maps/pqyD4GphMh62

posizione geografica

Perù, il terzo paese sudamericano più grande nella parte occidentale del continente. Confina con l’Ecuador a nord, la Colombia a nord-est, il Brasile a est, la Bolivia a sud-est, il Cile a sud e 2.414 km di costa del Pacifico a ovest.

Insieme alle Ande, ci sono tre regioni geografiche. Lungo la costa dell’Oceano Pacifico c’è una fascia costiera bassa che raggiunge una larghezza di 150 km. Un’altra regione sono le Ande peruviane, separate da valli fluviali che creano profondi canyon. La vetta più alta è Huascaran, 6768 m.

Foto del Perù sulla mappa

Nella parte meridionale delle montagne si trova l’altopiano dell’Altiplano con il Lago Titicaca di origine tettonica. L’area in cui si trova il deposito è sismicamente attiva. Nella parte occidentale della Cordillera vulcanica si trova la valle di Andagua, un labirinto di lava solidificata che contiene 86 crateri vulcanici.

L’area geografica più estesa del Perù è la Selva, questa fascia pedemontana, parte della pianura amazzonica separata dalla costa dai crinali delle Ande.

Storia

In Perù, le tracce più antiche della presenza umana risalgono al 18° millennio a.C. I primi abitanti di queste terre furono nomadi; gradualmente le tribù iniziarono a condurre uno stile di vita sedentario, sviluppando attività agricole. Le tracce più misteriose della cultura di Nazca sono le linee giganti che attraversano l’altopiano, formando enormi motivi geometrici, contorni di figure e animali, visibili solo a volo d’uccello.

Nel XV secolo, le antiche città iniziarono il loro attivo sviluppo, nacque un grande e ricco impero Inca, chiamato «Tahuantinsuyu», una terra di quattro parti. Furono creati complessi monumentali di templi e palazzi come Machu Picchu, Pachacamac e Piska.

Il territorio governato dagli Incas solo per un centinaio di anni, indebolito da guerre interne, passò facilmente nelle mani dei conquistatori spagnoli, che consideravano il Perù la leggendaria Terra d’Oro. I primi conquistadores furono comandati da Francisco Pizzaro, che arrivò qui per la prima volta nel
1528.

Una spedizione armata spagnola organizzata e l’assassinio del sovrano Inca Atahualpa nel 1532 segnarono l’inizio della pluriennale guerra inco-spagnola, il cui risultato fu la completa distruzione della cultura indiana formata dagli schiavi delle miniere e delle piantagioni. Nel 1535, il governatore Pizzaro fondò una nuova capitale, Lima, e il viceré del Perù la chiamò Nuova Castiglia.

Per i successivi tre secoli, il Perù fu visto solo come un ricco tesoro spagnolo. I vecchi insediamenti degli Incas furono saccheggiati e distrutti, l’aristocrazia non esisteva più. Numerose rivolte indigene esplosive furono brutalmente represse. Dopo la lotta di liberazione, il Perù riconquistò la sua indipendenza nel 1821.

Tuttavia, gli anni successivi non furono pacifici. Il paese era in guerra con i paesi vicini: Bolivia, Ecuador, Cile. Le condizioni politiche non si stabilizzarono nemmeno nel secolo successivo. I problemi economici associati a un’economia e al debito sottosviluppati si sono intensificati dagli anni ’80.

Anche il gruppo maori «Sajni put», attivo da più di un decennio, ha rappresentato una minaccia per la stabilità dello stato. L’organizzazione conduce guerriglia, azioni terroristiche. Dopo che Alberto Fujimori salì al potere nel 1990 e attuò numerose riforme, la situazione iniziò a stabilizzarsi.

luoghi d’interesse

Il Perù è ricco di flora e fauna. Qui puoi trovare quasi tutta la vegetazione conosciuta al mondo; in termini di diversità di specie di uccelli e mammiferi, il Perù è al secondo e terzo posto del pianeta.

L’attrazione naturale più preziosa è la foresta pluviale amazzonica sempreverde nella parte orientale del paese. Tra gli alberi si trovano molte specie pregiate come il mogano, la gomma, il palissandro, l’ebano, il cedro e il cinese.

La caratteristica è il lago Titicaca più grande e allo stesso tempo più navigabile del Sud America. Secondo la leggenda, il dio Viracocha, il creatore dell’universo, creò il sole da queste acque. Interessante anche la presenza di piccole isole di canne che galleggiano in mezzo al lago, dove i nativi di Uro hanno vissuto fin dall’antichità.

Tuttavia, molti turisti iniziano la loro avventura dalla capitale. Situato sull’Oceano Pacifico, è il porto principale del paese. Tra i monumenti degni di attenzione c’è la cattedrale, costruita nel 1535 e ricostruita più volte.

È un edificio a tre navate con dieci cappelle laterali, ma oltre ad esso, intorno alla Plaza de Armas si trovano i palazzi dell’arcivescovo e del governatore. Si può vedere anche la chiesa di S. Dominica, monastero di S. Francesco e la chiesa di S. Peter. Lima è circondata dai paesaggi dell’Amazzonia e delle Ande, dove un tempo vivevano gli Inca.

A Cusco, puoi vedere l’architettura coloniale, che ha poco a che fare con la storia del luogo. La magnifica cattedrale come esempio del Rinascimento spagnolo è impressionante, anche se uno dei luoghi più interessanti di Cusco è ancora la Chiesa domenicana, l’ex Tempio del Sole — Coricancha, le cui pareti erano rivestite con 700 fogli di vero oro lavorati con costosi pietre preziose — turchese e smeraldi.

Nel cortile del tempio Inca c’erano statue di lama a grandezza naturale fuse in oro, sculture di fiori, alberi e panno di grano. La ricchezza del tempio Inca divenne solo una leggenda, perché gli europei lo saccheggiarono completamente, trasportando i gioielli attraverso l’oceano.

Machu Picchu è un’altra attrazione insolita. Quando il 24 luglio 1911, il professor Hiram Bingham, archeologo ed esploratore, si recò sulle montagne del Perù, non si aspettava di trovare un’antica città Inca abbandonata tra le montagne nel profondo della giungla, che, a causa dell’inaccessibilità geografica, era mai conquistato dai colonialisti spagnoli. .

L’area in cui vivevano gli Inca occupa circa cinque chilometri quadrati, situata su una delle catene montuose delle Ande. Secondo gli archeologi, Machu Picchu è stato costruito nel XV secolo ed è esistito per circa 100 anni. La città è stata costruita in granito bianco e la più impressionante è la scalinata di 1.200 gradini. Il segreto di Machu Picchu è com’era prima, per quale scopo è stato costruito, perché gli abitanti lo hanno lasciato. Incluso nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

foto di viaggio con citazioni

Vacanze in Perù — clima e tempo

Il Perù ha un clima molto vario con una temperatura costiera media di 15 ° C. La fredda corrente peruviana lungo la costa porta aria secca, l’umidità aumenta solo a causa della nebbia.
A volte la direzione della corrente cambia, sostituendo le acque fredde con quelle calde, il che porta a una violazione dei cicli naturali della natura. Nelle zone montuose la temperatura media mensile scende a 2-6°C. La regione di Selva, invece, riceve molte precipitazioni oltre i 2500 mm all’anno, e la temperatura media dell’aria si mantiene sopra i 20°C durante tutto l’anno.

Nella zona della foresta pluviale piove spesso da novembre a marzo e da aprile a ottobre è per lo più secco, quindi questo è il periodo migliore per viaggiare. L’umidità è alta tutto l’anno. Nel periodo da maggio ad agosto vi sono talvolta venti provenienti dall’estremo sud del continente, quindi la temperatura può scendere fino a 8-12 gradi.

economia

L’economia del Perù si basa principalmente sull’estrazione e l’esportazione di risorse naturali. Le possibilità di sviluppo agricolo sono molto limitate a causa delle condizioni naturali. I seminativi occupano solo il 3% del territorio, il che significa che il paese non è autosufficiente nella produzione alimentare. Le Ande hanno 0,09 ettari di seminativo pro capite, che è uno dei più bassi al mondo.

Tuttavia, il Perù esporta una certa quantità di cotone, zucchero e caffè. L’area agricola più importante si trova lungo la parte settentrionale della costa, dove si coltiva la canna da zucchero su terreni irrigati artificialmente.

È la base della produzione agricola del paese, il resto delle piante cresce esclusivamente per il fabbisogno locale. Il Paese si occupa della distribuzione illegale di cocaina. Secondo alcune fonti, il reddito derivante dalla sua esportazione è uguale al reddito derivante dall’esportazione legale di altri prodotti.

Anche china, mogano e cedro sono considerate preziose materie prime da esportazione, ma lo sfruttamento eccessivo delle foreste porta alla distruzione della loro biodiversità. La ricchezza più importante sono le risorse naturali, in particolare petrolio, uranio, minerale di ferro. Il Perù è il primo al mondo in termini di estrazione dell’argento.

Vacanze in Perù

Il Perù è il paese con la più grande percentuale di nativi americani nel mondo. Dopo di che, ci sono ancora tradizioni viventi degli indiani andini nella cultura peruviana, manifestate nell’arte popolare, nell’artigianato, nella musica e nella danza. La maggior parte degli indiani ha mantenuto le loro antiche usanze e le loro lingue sono ancora in uso. Gli indiani sono per lo più bilingue, conoscono anche la lingua spagnola ufficiale.

La musica e la danza sono parte integrante della cultura peruviana. La musica tradizionale andina viene eseguita principalmente con strumenti a fiato e percussioni. Le danze sono divise in varianti, che rappresentano il significato rituale e religioso. Esprimono anche l’appartenenza a un determinato gruppo sociale.

Vicino alla costa, la musica ha un carattere diverso, basata sulle tradizioni spagnole e africane, la chitarra e il cajon sono usati come strumenti. Le feste colorate e peruviane appartengono alla religione cattolica dominante. Durante tutto l’anno si tengono quasi 3.000 diversi festival, tra cui manifestazioni di fede, rispetto per la natura e celebrazioni della libertà.

Pasti e bevande

La cucina peruviana è considerata una delle migliori e più diverse perché è il risultato di una miscela di molte culture. I piatti includono patate, mais, arachidi, peperoncino, quinoa, pesce fresco, agrumi e olive. La fusione di ingredienti spagnoli, africani e andini si riflette nei piatti conosciuti come comida cristal, cibo creolo. Le successive ondate di immigrati aromatici provenienti da Cina, Giappone e Italia hanno aggiunto spezie. Esistono 400 versioni di famosi dolci, a riprova della creatività culinaria.

Una bevanda speciale è il mate de coca, il tè alle foglie di coca, caratteristico delle regioni andine. Aiuta a superare il mal di montagna, ma contiene alcaloidi e può essere positivo per i farmaci. Altre bevande nazionali includono vino, birra di mais e succo di citronella.

Formazione scolastica

L’istruzione inizia all’età di sei anni, la scuola primaria dura sei anni ed è divisa in tre cicli di due classi ciascuno. Poi arriva il liceo quinquennale. L’istruzione superiore è rappresentata dalle facoltà tecniche, sia statali che private.

L’istruzione superiore dura dai tre ai quattro anni, durante i quali lo studente acquisisce il titolo di «tecnico». L’istruzione superiore ha una lunga storia, che risale al 1551, quando un decreto reale istituì il sindaco nazionale dell’Università di San Marcos. La maggior parte delle università si trova a Lima.

opera

È sempre più difficile ottenere un permesso di soggiorno o trovare un lavoro senza un visto di lavoro adeguato. Il lavoro principale è insegnare, perché c’è carenza di insegnanti. Le scuole si aspettano che l’inglese sia la tua prima lingua e gli stipendi sono bassi. Le scuole americane e britanniche a Lima a volte assumono insegnanti di matematica, biologia e altre materie, ma devi fare domanda in anticipo, il pagamento è molto meglio in quel caso e puoi ottenere un visto di lavoro.

Vacanze in Perù

La criminalità non è il principale pericolo per i visitatori del Perù, ma è importante essere attenti e discreti. Tieni sempre i soldi in un portafoglio da viaggio intorno alla cintura sotto i vestiti e non indossare gioielli costosi. Usa gli sportelli bancomat durante il giorno quando ci sono più persone in giro. Evita di camminare da solo di notte. Non prendere un taxi per strada perché è inaffidabile. Porta sempre con te copie di documenti importanti come passaporto e visto.

Salute

La radiazione solare può essere molto forte ad alta quota, quindi porta la protezione solare. Per evitare le punture di zanzara, indossa le maniche lunghe. Il sistema sanitario peruviano è relativamente buono, con ospedali pubblici e privati ​​a Lima. Anche i piccoli centri dispongono di ambulatori, ma in caso di gravi problemi di salute recarsi nella capitale,

Quasi tutti coloro che visitano Arequipa, Cusco e Puno sono soggetti a mancanza di respiro, stanchezza, mal di testa, perdita di appetito, insonnia e nausea. La soluzione è fare delle pause durante l’arrampicata per permettere al tuo corpo di abituarsi al nuovo ambiente. Si raccomanda di seguire una dieta di qualità, bere molti liquidi, evitare sigarette e alcol.

Se i sintomi acuti persistono per più di 24 ore, recarsi in un’area più bassa il prima possibile e rivolgersi immediatamente a un medico. I sintomi non dovrebbero essere ignorati perché a volte portano a edema polmonare o cerebrale. Entrambi i casi possono diventare molto seri, quindi è necessario prestare molta attenzione. Dopo il trattamento e il riposo, puoi continuare la tua escursione o camminata.

Le malattie trasmesse dalle zanzare come la malaria e la febbre gialla sono abbastanza comuni, quindi per i visitatori dell’Amazzonia sono consigliati farmaci antimalarici.

connessione

Il telefono è il mezzo di comunicazione più diffuso. I telefoni a pagamento con chip o card sono comuni nelle città e nei paesi, mentre le schede SIM locali per i telefoni cellulari sono più economiche. Tuttavia, la comunicazione internazionale è meglio effettuata tramite Internet.
Internet è disponibile nelle cosiddette Cabas Publicas, che si trovano in quasi tutte le città. Sono economici con una connessione Internet relativamente buona.

trasporto

Il Perù dispone di linee di autobus regolari che collegano il paese, ma tieni presente che in caso di maltempo, il trasporto potrebbe essere annullato. Un’altra cosa che può disturbare il tuo viaggio sono gli scioperi e le proteste.

I prezzi e gli orari dei voli nazionali cambiano molto rapidamente, poiché ogni anno vengono aperte nuove compagnie aeree. Gli aerei a volte decollano prima del previsto se il tempo peggiora. Inoltre, il volo potrebbe subire ritardi. Si consiglia di acquistare i biglietti il ​​prima possibile, soprattutto in alta stagione turistica da maggio a settembre.

Le distanze in tutto il paese sono lunghe, quindi è meglio viaggiare tra le regioni in autobus o noleggiare un’auto. Noleggiare un taxi è spesso più economico. Tieni presente che le auto a noleggio sono di scarsa qualità, il gas è costoso, le stazioni di servizio sono rare e i conducenti sono aggressivi e non rispettano i limiti di velocità o la segnaletica stradale. Quando dormi, parcheggia in un luogo sicuro.

Gli autobus sono il mezzo di trasporto più comune, ma raramente arrivano o partono secondo gli orari. Evita di viaggiare di notte poiché è possibile un attacco. Per le tratte lunghe, acquista il biglietto con almeno un giorno di anticipo, puoi controllare gli orari sul sito del vettore.

Добавить комментарий

Ваш адрес email не будет опубликован. Обязательные поля помечены *