Guida di viaggio cinese

08.04.2019 0 Comments

La Cina, punto di riferimento culturale di una delle civiltà più antiche, è il paese più popoloso del mondo con oltre 1,35 miliardi di abitanti e il secondo territorio più grande. I turisti sono accolti da soldati di argilla di Xian, monaci Shaolin, paesaggi da favola, un misto di vecchio e nuovo mondo. Una passeggiata lungo la magnifica Grande Muraglia cinese, la moderna e vivace Shanghai, così come un soffice panda, come storia vivente, rimarranno a lungo nella tua memoria.

Capitale: Pechino
Valuta: Yuan (CNY, ¥)
Popolazione: 1,35 miliardi di persone
Alimentazione: 220 V / 50 Hz (punti 2 e 3 australiani)
Prefisso internazionale: +86
Fuso orario: UTC + 8
Area: 9.596.000 km²
Mappa e raggiungere a piedi il destinazione: https://goo.gl/maps/Xz5u6iBShWt

posizione geografica

La Cina si trova nella parte orientale del continente asiatico, occupando quasi un quarto dell’area. La parte settentrionale confina con la Mongolia e la Russia e la parte orientale con la Corea del Nord. Oltre al Mar Cinese Meridionale, il confine meridionale della Cina comprende i paesi del Vietnam, Laos, Myanmar, India, nonché il Bhutan e il Nepal. L’Occidente è in contatto con il Pakistan e l’Afghanistan, così come le repubbliche del Tagikistan, del Kirghizistan e del Kazakistan.

foto della cina

La Repubblica di Corea, il Giappone, le Filippine, il Sultanato del Brunei, la Malesia e l’Indonesia si trovano di fronte alla costa a circa 18.000 chilometri a est/sud della Cina. Nel sud-ovest della Cina, una delle montagne più grandi è l’Himalaya, che si eleva fino a 8000 metri. La parte settentrionale della Cina occidentale è costituita principalmente da regioni desertiche.

Vacanze in Cina: clima e meteo

Il territorio della Cina si trova in tre zone climatiche. La costa meridionale ha un clima tropicale. L’ovest, il centro e l’est sono subtropicali, mentre il nord e il nordest sono temperati. Nelle regioni orientali e sudorientali, il monsone gioca un ruolo importante, portando forti piogge (fino a 2000 mm di precipitazioni all’anno) da maggio a ottobre. Il periodo migliore per visitare la Cina è settembre-ottobre.

Storia

Le prime colture agricole in Cina risalgono al periodo neolitico (circa 5000-2500 aC), la rapida fioritura nei secoli successivi è frutto di numerose invenzioni che facilitano il lavoro.

Nel 1766-1122, la Cina divenne la prima dinastia Shang storicamente documentata, quindi fu creato il concetto di scrittura in quanto tale, apparve il calendario temporale, furono organizzate le città. Durante la dinastia successiva, gli Zhou, fu introdotto il sistema di proprietà.

V-III secolo aC è l’età degli stati in guerra. Ci furono molte guerre tra piccoli stati e allo stesso tempo apparvero il confucianesimo, il taoismo e il legismo.
Il terzo secolo aC — il periodo dell’invasione dei popoli nomadi e della massima gloria, la repubblica fu riconosciuta come la più sviluppata al mondo. La caduta della dinastia segnò l’inizio di una lunga stagnazione economica e culturale.

Nel 1211 iniziò il periodo della conquista e del dominio mongolo sul trono cinese. Nel corso del tempo, l’Impero Mongolo iniziò a disintegrarsi e nel 1368 il governo cinese continuò la sua dinastia. Fu un periodo di forte sviluppo dello stato e di apertura all’influenza straniera. Tuttavia, le guerre con i mongoli, le incursioni dei pirati e i conflitti politici interni portarono alla caduta della dinastia.

Alcuni anni dopo, gli europei raggiunsero il confine cinese, ma non riuscirono a risollevare il paese, la guerra persa con il Giappone nel 1894 portò al crollo finale. La Cina è diventata uno stato semicoloniale.

Nel 1911 scoppiò una rivoluzione e fu istituita una repubblica. Dopo la presa di Pechino da parte del Giappone, i cinesi formarono un fronte anti-giapponese guidato dal leader comunista Mao Zedong. 1946-1949 scoppiò la guerra civile. I comunisti vinsero e fondarono la Repubblica popolare cinese. I rappresentanti dell’attuale governo hanno trovato rifugio a Taiwan.

Citazioni di saggezza cinese

Vacanze in Cina: attrazioni

Uno dei paesi più grandi del mondo affascina con paesaggi e tradizioni raccolte nel corso di centinaia di anni e tramandate alla generazione successiva. È attraente per i viaggiatori principalmente a causa della leggendaria Grande Muraglia cinese, costruita con terra, pietre e mattoni. Lo scopo della costruzione era quello di proteggere il versante settentrionale dalle invasioni aggressive dei popoli della grande steppa. Dopo essere stato incluso nella lista dell’UNESCO, il punto di riferimento è stato dichiarato una delle sette meraviglie del mondo.

Un’altra opera delle mani dell’uomo, che esprime la lotta, ma già con la forza della natura, sono le terrazze di riso di Zmajsko greben. Sui ripidi pendii, generazioni di contadini hanno costruito scale per coltivare il riso in questo luogo inaccessibile. Oggi è piantato anche ad un’altitudine di 800 m I terrazzi di riso sono piacevoli alla vista in qualsiasi momento dell’anno.

L’esercito di terracotta, come simbolo del potere dell’impero, merita un’attenzione particolare. Ospitato in un museo vicino alla città di Xi’an, l’esercito è composto da 8.000 soldati colorati a grandezza naturale creati nel 3° secolo a.C.

Non sarà superfluo raggiungere a piedi il tempio buddista, il monastero di Shaolin in cima a Shaoxi, costruito nel 377 per ordine dell’imperatore Wei. È considerata la culla di molte arti marziali, incluso il kung fu. Gli studenti del monastero hanno messo in scena spettacoli incredibili che devi solo vedere di persona.

Le formazioni rocciose di Danxia, ​​composte da arenaria rossa intensa, sono un’attrazione naturale. Si trovano in sei regioni del paese contemporaneamente e sono incluse nell’elenco del patrimonio culturale e naturale mondiale dell’UNESCO.

Ai turisti viene anche offerta una gita alle Grotte di Longmen, dove i templi sono nascosti e le pareti sono decorate con statue buddiste. Mentre sei in Cina, non devi perderti la capitale Pechino con il suo complesso di palazzi estivi, un tempo destinati al resto degli imperatori della dinastia Qing.

Interessante anche la città di Hong Kong. A causa dell’ex occupazione britannica, è strettamente correlato al carattere europeo. Una delle pregevoli attrazioni è il monumento al Grande Buddha, che è alto 34 metri e pesa 250 tonnellate.

economia

La Cina appartiene ai paesi in via di sviluppo con economie controllate centralmente.
L’agricoltura gioca un ruolo importante nell’economia, nonostante la piccola superficie di seminativo per abitante e i frequenti danni causati da inondazioni e siccità, i prodotti agricoli generano oltre il 20% del reddito nazionale dello stato. La Cina è al vertice per molte colture orticole, tra cui riso, grano, patate dolci, cotone, lino, tabacco e mele.

La Cina è anche famosa per la coltivazione dei bachi da seta, il più grande produttore di seta del Paese. Al secondo posto c’è la produzione di legname. È importante per l’economia e la coltivazione delle alghe, oltre che per la pesca.

Il paese occupa il livello superiore grazie all’estrazione di tungsteno, antimonio, minerali di stagno, carbone e ferro. La provincia di Fushun ospita la più grande miniera di carbone del pianeta. La produzione di petrolio greggio e gas naturale svolge un ruolo importante nel settore energetico. I principali rami dell’industria di trasformazione sono la metallurgia e l’ingegneria meccanica.

Vacanze in Cina

La cultura cinese ha già raggiunto un alto livello di sviluppo nell’antichità: qui sono state create numerose invenzioni molto prima che nel circolo culturale mediterraneo, ad esempio carta, stampa, polvere da sparo, bussola, sismografo.

L’etnia dominante è quella cinese (92%), tuttavia, oltre a loro, qui vivono più di 50 altre minoranze nazionali, il che influisce sulle differenze culturali regionali. Per quanto riguarda la religione, il maggior numero di persone aderisce al taoismo e al confucianesimo. Il prossimo gruppo religioso sono buddisti (9%) e musulmani (1,8%).

Il confucianesimo ha avuto una seria influenza sulla formazione di caratteristiche tipiche della società cinese. La religione sottolinea l’importanza della tradizione, quindi i cinesi hanno una passione per il vecchio ordine, la popolazione è molto conservatrice e cerca di aggirare le tradizioni di altri paesi. Il confucianesimo, sebbene considerato un sistema religioso, è più una filosofia di vita che una dottrina di stato, che rappresenta non solo concetti relativi alla moralità, ma anche educazione, ordine sociale e potere.

Il taoismo, d’altra parte, parla del mondo naturale e dell’armonia di due forze opposte, yin e yang, che si completano a vicenda. Alcune religioni registrano la loro presenza in numerosi oggetti architettonici. Monasteri, pagode, terzi palazzi, templi del Settecento sono oggi una delle principali attrazioni turistiche del paese. Un’altra caratteristica importante è il culto degli antenati. All’interno di ogni casa c’è un altare degli antenati che protegge i membri della famiglia dalla sventura e dagli spiriti maligni.

Un’altra specialità del paese sono i metodi naturali di trattamento, sotto forma di agopuntura, digitopressione, aromaterapia, fitoterapia, esercizi di respirazione, che oggi sono molto popolari nei paesi occidentali.

La festa principale in Cina è il capodanno, che si celebra nel passaggio da gennaio a febbraio. I turisti sono attratti dall’International Kite Festival a giugno, dall’Harbin Winter Ice and Snow Festival e dal Qing Ming Festival ad aprile.
La lingua ufficiale è una, ma in aggiunta ci sono diversi dialetti delle minoranze nazionali che vengono insegnati nelle istituzioni educative.

Pasti e bevande

La cucina cinese può essere suddivisa in regionale, quindi nel nord vengono servite tradizionalmente zuppe con noodles o gnocchi, la cucina orientale comprende pesce in salsa agrodolce, gamberetti, cosce di rana e piatti di lumache. Al sud, l’alimento principale, il riso. La Cina occidentale tratterà il viaggiatore con una zuppa «suan la tang» a base di boccioli di giglio essiccati, funghi e germogli di bambù.

La birra è popolare tra le bevande, ogni provincia ha la sua varietà. Il tè cinese è un’altra bevanda famosa in tutto il mondo, offerta in tutte le varietà possibili: verde, nero, bianco, giallo, rosso.

Vacanze in Cina e sicurezza

Nonostante l’aumento annuale del numero di reati, il tasso di criminalità in Cina è ancora relativamente basso. Il fenomeno più comune è il borseggio nei luoghi pubblici. Prenditi cura della tua sicurezza sulla strada, non partecipare ad attività sospette. Un nuovo fenomeno segnalato dai turisti sta ricevendo reclami in caso di pagamenti «accidentali» con più carte, in particolare in ristoranti, bar, negozi.

Salute

La vaccinazione obbligatoria è richiesta se il visitatore proviene da un paese o una regione che è nell’elenco delle minacce epidemiologiche dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Prima di attraversare il confine, è necessario compilare una dichiarazione sanitaria. Le persone affette da tubercolosi, lebbra, febbre tifoide, colera, infezioni sessualmente trasmissibili, malati di mente non possono entrare nel Paese.

Dopo l’epidemia di SARS, cioè dall’aprile 2003, i viaggiatori sono tenuti a segnalare sintomi come febbre, tosse e sintomi del raffreddore ai servizi sanitari ed epidemiologici cinesi.

La Cina sta ancora registrando un aumento dei casi di epatite A: si raccomanda la vaccinazione preventiva. I turisti spesso si lamentano di diarrea, intossicazione alimentare che si verifica dopo aver visitato ristoranti che non rispettano le norme sanitarie. Per evitare problemi di stomaco, il cibo, in particolare la frutta, deve essere lavato accuratamente prima di mangiare. Rinuncia all’idea di bere acqua del rubinetto non trattata.

La Cina è un paese sovrappopolato, che può anche spaventarti nei primi giorni, soprattutto se sei un amante di una vita calma e misurata. Tuttavia, vale la pena visitarla perché la sua cultura e le sue attrazioni lasciano un caldo segno nei ricordi.

Добавить комментарий

Ваш адрес email не будет опубликован. Обязательные поля помечены *