Guida di viaggio degli Emirati Arabi Uniti

закат над заливом
03.04.2019 0 Comments

Per molti anni, gli Emirati Arabi Uniti sono in cima alla lista delle destinazioni turistiche. I turisti conoscono la cultura, la storia e il successo insoliti e in tutti i sensi ricchi degli abitanti. Un paese desertico con due potenti città, una delle più moderne e in più rapida crescita.

Capitale: Abu Dhabi
Valuta: Dirham
Popolazione
: 9.205.655 Elettricità: 220/50 W Prefisso
telefonico internazionale: +971
Fuso orario: UTC + 4
Area: 83.600 km²
Immagini satellitari, cammina verso la destinazione: https: // goo. gl/maps/vyUehCXvPV22

posizione geografica

Gli Emirati Arabi Uniti si trovano nella penisola arabica nel Golfo Persico e nel Golfo di Oman. La costa è lunga 1,3 mila km ed è ben sviluppata. La costa del paese su un lato della baia era anticamente chiamata costa dei pirati. La costa è bassa, a volte paludosa, con diverse barriere coralline. La costa del Golfo Ottomano è alta e ripida.

mappa degli Emirati Arabi

Il territorio degli Emirati Arabi Uniti è caratterizzato da pianure. Il 97% della superficie è coperto dal deserto sabbioso di Ar-Rub al-Shali; Si trovano spesso pozze di sale chiamate sebcha. L’unica area che si eleva sul livello del mare è la penisola di Musandam, dove si trova la catena montuosa di Al-Hajar al-Gharbi.

La vetta più alta del paese è Jabal al-Hasim, che si erge a 2087 m sul livello del mare ed è divisa da verdi vallate, la più grande delle quali è Samail, che separa la cresta dall’Hajar orientale.

Clima e tempo

Gli Emirati Arabi Uniti sono caratterizzati da un clima tropicale continentale secco e da un clima continentale estremamente secco. Le estati qui sono calde e umide a causa della posizione vicino al bacino idrico. La temperatura in luglio e agosto può raggiungere i 49 ° C. Il clima in ottobre — maggio è favorevole, la temperatura media dell’aria a gennaio raggiunge i 18 ° C e la sera è fresca, questo periodo è considerato il momento migliore per visitare il paese.

Le precipitazioni sono rare, cadono solo in inverno durante i temporali che si verificano in questo periodo dell’anno. La piovosità annuale varia da 80 a 150 mm. Il vento Shamal soffia solitamente da nord, portando con sé polvere e sabbia. La neve è caduta nell’intera storia dello stato solo due volte.

Storia

Fin dall’antichità, le coste meridionali sono state abitate da tribù arabe, che hanno accettato l’Islam nel VII secolo e dopo 8 secoli hanno dovuto condividere il territorio con gli invasori turchi per circa cento anni. Nel XVI secolo, parte della costa fu conquistata dai portoghesi, che stabilirono il commercio lungo la baia. Poco dopo, l’area divenne nota come la costa dei pirati che attaccano le navi europee nel Golfo Persico e nell’Oceano Indiano per attaccare la flotta britannica. Tuttavia, questa azione terminò rapidamente e gli inglesi occuparono il territorio dei pirati.

Nel 1820 fu firmato un accordo tra il governo britannico e gli sceicchi del Golfo Persico per combattere la pirateria, la tratta degli schiavi e il contrabbando di armi. L’accordo del 1853 portò a un cessate il fuoco completo. Da allora, la famosa e pericolosa Pirate Coast è diventata un’area fiduciaria della Gran Bretagna.

Alla fine degli anni ’50. ad Abu Dhabi iniziò la produzione di petrolio, che contribuì al rafforzamento del controllo sul Regno e all’espansione delle basi militari.

Dopo 18 anni è stata creata la Federazione degli Emirati Arabi Uniti, che comprendeva i sette stati parti dell’accordo di Oman, Bahrain e Qatar, e in seguito si è unito l’emirato di Ras al-Khaijma. L’Unione aveva una grande autonomia interna, gli Emirati Arabi Uniti avevano sistemi diversi (dalla monarchia assoluta a quella parlamentare). L’allora disputa con l’Arabia Saudita sull’oasi di al-Burajmi terminò nel 1974. Grazie a questo accordo si stabilirono relazioni diplomatiche tra i due paesi.

Nel 1981, gli Emirati Arabi Uniti sono entrati a far parte del Consiglio di Cooperazione del Golfo di recente costituzione, il cui scopo era quello di risolvere problemi sociali, economici e politici.

Vacanze negli Emirati Arabi Uniti — attrazioni

Le destinazioni turistiche più popolari negli Emirati Arabi Uniti sono Abu Dhabi e Dubai. Abu Dhabi è una città con edifici moderni e gli edifici più alti del Medio Oriente, Ford Grande e Corniche Park. I turisti sono interessati anche al palazzo di Al-Hosn (Fortezza Bianca), una città verde costruita in mezzo al deserto, numerosi argini che attraversano i parchi.

Dubai è una metropoli moderna. È senza dubbio uno dei più grandi luoghi d’interesse, composto da due città: Deira e Bur Dubai. Contiene moschee illuminate, la più famosa delle quali è la Grande Moschea di Bur Dubai.

Quando si sceglie una vacanza negli Emirati Arabi Uniti, si consiglia di visitare Fort Fahidi, il mercato delle spezie, il Museo di Storia, il villaggio di pescatori di Diving Village, dove si trova l’hotel di lusso a sette stelle Burj al-Arab, che è al primo posto nel mondo per la sua lussuosa decorazione.

L’unico emirato che non si trova sulla costa del Golfo Persico e dell’Oceano Indiano, Fujairah presenta ai turisti un universo sottomarino vario e colorato, quindi qui puoi visitare tre riserve marine contemporaneamente che attirano subacquei da tutto il mondo.

Il terzo emirato più grande di Sharjah è il principale custode dei monumenti della cultura araba, nonché di una vita calma e misurata, diversa dalla fretta degli abitanti di Dubai. La regione attrae anche un’enorme laguna creata artificialmente, ampie spiagge sabbiose, numerosi negozi e bazar.

Qui puoi acquistare artigianato locale come tappeti, souvenir, oro, argento. È l’unico emirato che aderisce alla sharia, la legge dei seguaci dell’Islam che vieta l’apertura di ginocchia e mani, il consumo di alcolici e le feste notturne.

citazioni sulla natura e la pace

economia

Fino alla fine degli anni ’50, gli Emirati Arabi Uniti erano uno dei paesi più poveri del mondo, la popolazione era impegnata nella pesca, nel bestiame e nel commercio, ad esempio, delle spezie. La situazione è cambiata radicalmente con la scoperta del greggio, del gas naturale prodotto ad Abu Dhabi (80%), Dubai, Sharjah e il Golfo Persico.

Le ricche risorse di questi due tipi di materie prime hanno contribuito al rapido sviluppo economico del paese, ma oltre a queste ci sono anche giacimenti di rame, cromo e manganese non sfruttati.

L’industria è ancora in via di sviluppo, con una raffineria di petrolio, la produzione di fertilizzanti, cemento e altri materiali da costruzione, laminatoi di acciaio e alluminio sulla costa.

Le colture agricole si trovano nella zona costiera su campi irrigati artificialmente; costituiscono solo lo 0,5% della superficie del Paese. Qui si allevano capre, pecore, cammelli e bovini. La pesca è ancora un settore importante dell’economia. Le acque costiere producono circa 100.000 tonnellate di pesce, tra cui tonno, sgombro, acciughe, sardine, gamberi.

L’importanza del turismo è in aumento. Infrastrutture moderne, collegamenti di trasporto e prezzi attraggono efficacemente i viaggiatori. I centri più visitati sono Dubai, Abu Dhabi, Sharjah. Tuttavia, il più grande centro turistico e di intrattenimento è Umm al-Qajwain, che offre bellissime spiagge e casinò, è l’unico posto nel paese dove puoi vendere alcolici.

Vacanze negli Emirati Arabi Uniti: cultura e lingue

Solo il 30% della popolazione che vive in questo Paese ha la cittadinanza della federazione, e il resto sono immigrati provenienti da Egitto, Yemen, Giordania, Libano, Siria, Iran, Pakistan, India e Bangladesh. Il gruppo etnico più numeroso è costituito dagli arabi autoctoni, che costituiscono circa l’87% della popolazione totale, la maggior parte dei quali raggruppati in una stretta striscia del Golfo Persico e delle isole costiere. L’area desertica è disabitata; ci sono piccoli insediamenti vicino alle oasi.

Gli Emirati Arabi Uniti sono un Paese musulmano, il 96% della popolazione è seguace dell’Islam, ma cresce la percentuale di chi sostiene il fondamentalismo. L’unico luogo in cui è consentita la vendita legale di alcolici è la località turistica di Umm al-Quwain. Le restrizioni religiose non sono imposte agli stranieri che vivono qui, europei e americani.

La corsa dei cammelli è considerata un evento popolare negli Emirati Arabi Uniti. Vengono organizzati subito dopo l’alba, quando non fa ancora così caldo, e si svolgono su percorsi permanenti o improvvisati tra la sabbia infinita del deserto. Non si scommette sul vincitore, ma gli spettatori sono così affascinati dalla gara che spesso seguono gli animali nei loro camion per fare il tifo per il loro favorito.

Altri giochi degli abitanti di questo paese arabo sono la caccia con l’aiuto dei falchi. La conseguenza, però, è un calo della popolazione di questi uccelli, da cui si può concludere che questo tipo di «sport» è estremamente popolare. Il passatempo arabo moderno è il calcio, nonostante provenga dall’Occidente, il gioco sta conquistando sempre più il cuore degli uomini.

Regole di comportamento negli Emirati Arabi Uniti: non mangiare e bere nei luoghi pubblici, tranne, ovviamente, nei ristoranti e nei caffè, non cercare di rubare nulla, insultare nessuno, ignorare le regole del traffico, usare droghe. Anche un semplice tentativo di pulire la polvere dell’auto in pubblico finisce con una multa, e se lavori al computer, per ogni evenienza, sappi che usare una VPN qui finisce con il ritiro dal paese.

La lingua nazionale è l’arabo, molti parlano inglese, la seconda lingua ufficiale, e chiunque cerchi un lavoro qui dovrebbe parlarne correntemente. I dialetti asiatici a volte usati sono farsi, hindi, urdu, pashtu.

Pasti e bevande

I piatti tradizionali degli Emirati Arabi Uniti sono riso, pesce, agnello, agnello e manzo, ma non maiale, perché questo è un paese musulmano. Ci sono pochissimi fast food con fast food, perché i residenti sono contrari a tale cibo. Molti dei piatti offerti nella caffetteria sono di origine marina.
Tra le bevande che piacciono alla popolazione ci sono il caffè, i tè naturali, i succhi con l’aggiunta di menta o zafferano. l’alcol è consumato nel minimalismo.

Acquisti

Abu Dhabi e Dubai, con più di 120 centri commerciali, è l’ideale per lo shopping, ha tutto ciò che il tuo cuore desidera e, inoltre, i mercati locali sono affari. Dubai è una zona duty-free, il che significa che il prezzo è molto più basso che altrove nel paese.

Vacanze negli Emirati Arabi Uniti: sicurezza e salute

I reati in quanto tali non si verificano nel paese, perché le punizioni sono molto severe e la corruzione non è consentita. Un comportamento esemplare è una garanzia che non sarai mandato in prigione o mandato in viaggio prima di avere il tempo di disimballare i tuoi effetti personali in hotel. Non è richiesta la vaccinazione prima dell’ingresso, medici esperti riuniti da tutto il mondo forniscono un servizio di qualità in caso di malattia o infortunio.

Traffico e comunicazioni

I viaggi aerei in tutto il paese sono molto popolari, a un prezzo relativamente basso, verrai trattato come un re maestoso. Il trasporto ferroviario non è così popolare perché i costi non sono molto convenienti. Quando noleggi un’auto, tieni presente i costi di trasporto relativamente elevati. Gli autobus sono spesso sovraffollati e lì fa molto caldo, una persona impreparata può sentirsi male, il che rovinerà la vacanza negli Emirati Arabi Uniti.

Le comunicazioni mobili, postali, internet sono disponibili su tutto il territorio nazionale, qui si riferiscono strettamente allo spazio personale e alla corrispondenza tra persone, leggendo lettere altrui, hackerando e-mail, rischi la tua libertà.

Добавить комментарий

Ваш адрес email не будет опубликован. Обязательные поля помечены *