Guida di viaggio dell’India

фото достопримечательностей индии
02.04.2019 0 Comments

L’India è un Paese di incredibili contrasti, un misto di religioni, storia, ricchezza culturale e, allo stesso tempo, povertà. Splendidi edifici, struttura insolita della società lo rendono attraente per i collezionisti di tradizioni provenienti da tutto il mondo e una vacanza indimenticabile.

Capitale: Nuova Delhi
Valuta: Rupia
Popolazione: 1.210.193.500 persone
Prefisso internazionale: +91
Fuso orario: UTC +5:30
Numero di telefono di emergenza: Police 100, Rescue 101, Fire 102
Area: 3.287.591 km²
Immagine satellitare, destinazione a piedi: https:// goo.gl/maps/CcEwea3c6BD2

posizione geografica

L’India si trova nella penisola indiana dell’Asia meridionale, compreso l’arcipelago di Lakkadiva situato nel Mar Arabico, l’arcipelago del Golfo del Bengala, le isole Andamane e Nicobare. Da nord, il confine è segnato dalle catene montuose dell’Himalaya e del Karakorum.

foto della mappa dell'india

Quasi i 2/3 della superficie del paese è l’altopiano del Deccan, elevato ad un’altitudine di 600-900 m slm, la sua struttura «ondulata» è ricoperta da ampie vallate fluviali.
Da est del Deccan si erge la montagna più alta Devodi Munda (1680 m), e da ovest l’altezza è limitata dai Ghati occidentali. I Ghat separano il Deccan dalla fertile pianura costiera delle coste del Malabar e del Coromandel.

Clima e tempo

Quasi tutta l’India si trova in un clima tropicale monsonico. Tuttavia, la copertura geografica significa che le condizioni nelle parti settentrionale e meridionale del paese differiscono in modo significativo. La parte occidentale della pianura indù è caratterizzata da un clima tropicale desertico, mentre nell’Himalaya prevale il clima subtropicale di montagna.

Le piogge monsoniche iniziano a giugno nel sud e si spostano verso nord, coprendo quasi l’intero paese all’inizio di luglio. Il monsone principale termina ad ottobre. Nell’estremo sud, invece, dove non fa mai freddo, le alte temperature diventano piacevolmente calde.

Le coste sono più fredde rispetto all’interno della penisola, prevalgono le basse temperature a causa dell’elevata umidità proveniente da ovest. Il periodo delle piogge estive favorisce lo sviluppo di nubi e precipitazioni, che bloccano l’innalzamento della temperatura. Nella parte settentrionale e centrale ci sono quattro stagioni principali. L’inverno è fresco e secco, la primavera è calda, l’estate è calda e umida, l’autunno è fresco e umido. Nel sud del paese, dove i mesi invernali sono caldi, ci sono solo due stagioni: secca e umida.

Temperatura per area climatica:

  • Montagna — fino a 30°C
  • subtropicale — 40°C in estate, 10°C in inverno
  • tropicale — 25-35°C
  • deserto, semideserto — 45 °C in estate, 30 °C in inverno

Periodo migliore per visitare:

  • Kashmir, Ladakh, McLeod Ganj, Sikkim—giugno—ottobre
  • Varanasi, Calcutta, Khajuraho—ottobre—aprile
  • Delhi, Rajasthan-mesi invernali
  • Tamil Nadu, Kerala, Mumbai — ottobre — aprile.

Storia

Le prime «tracce» di insediamenti, rifugi rocciosi nello stato del Madhya Pradesh e la data ufficialmente nota della creazione del paese da parte degli scienziati sono circa 3300 anni prima di Cristo. Nel III secolo dC inizia il periodo noto come «l’età dell’oro dell’India», quando scienza, tecnologia, arte, letteratura, astronomia e filosofia fioriscono sotto gli auspici dei regnanti Chucks e Chillios.

Dopo le invasioni dall’Asia centrale durante i secoli X-XII, la maggior parte del Nord apparteneva al Sultanato di Delhi e poi all’Impero Mughal. I Moghul espansero il loro territorio nel subcontinente. Nel XVI secolo alcuni paesi europei (Portogallo, Olanda, Francia, Gran Bretagna) crearono le proprie colonie sul territorio del paese. 15 agosto 1947

L’India ha finalmente ottenuto l’indipendenza dal dominio britannico, ma è stata divisa in uno stato indipendente e un governo pakistano secondo i desideri della Lega musulmana. Tre anni dopo, il 26 gennaio 1950, l’India divenne una repubblica ed entrò in vigore una nuova costituzione.

Vacanze in India — attrazioni

L’India, custode mondiale di mistiche statue di Buddha, meraviglie naturali, induismo, magnifici palazzi, fachiri e monaci, tutte le regioni differiscono per cultura, flora e fauna. Anche le attività ricreative lungo le magnifiche catene montuose, le rive del Mar Arabico, il Golfo del Bengala e l’Oceano Indiano sono attraenti.

Le spiagge più belle si trovano nella regione di Goa, vale a dire Baga, Anjuna, Candolim, Vagator. Lo stato di Radzasthan è considerato un luogo speciale, ricco di palazzi da favola di maharaja, incantevoli giardini e laghi.

L’arte indiana è una delle più antiche, ricche e impressionanti del mondo. La bellezza del territorio si unisce alla sensualità, ai motivi religiosi, racchiusi nella danza e nell’architettura. L’India attrae molti vacanzieri grazie alle sue centinaia di palazzi e templi antichi. Le città reali sono piene di fascino e di esperienze indimenticabili. Attrazione turistica — una delle sette meraviglie del mondo Taj Mahal ad Agra è il monumento più famoso dell’amore.

La città più visitata è la capitale Delhi, che è adornata da parchi e strade verdi. Importanti punti di riferimento sono la tomba di Humayun e il Qutab Minar, alto 70 metri, simbolo della vittoria della fede. Delhi è divisa in due parti: vecchia e nuova.

La Vecchia Delhi è in parte cinta dalle mura di Sachdzahanabad, i turisti che vengono qui ammirano prima di tutto gli interessanti monumenti della cultura islamica indù con numerosi templi, alte moschee.

L’edificio più popolare è la Fortezza Rossa, dove ogni sera vengono mostrate storie di eventi passati. Dovresti assolutamente visitare la più grande Grande Moschea e, naturalmente, altre città: Bombay, Calcutta, Madras, Bangalore, Hyderabad, Ahmedabad.

A Mumbai puoi vedere la porta trionfale conosciuta come la Porta dell’India, i giardini pensili, la Torre del Silenzio e la Chiesa di S. Cattedrale di Tommaso. La vivace Bombay ha molti bazar, vivaci negozi, ristoranti, soprattutto nella zona di Colaba.

Un famoso luogo di pellegrinaggio è Calcutta, una delle ultime città dell’India dove si incontrano i risciò, il tempio di Kali, la casa di Madre Teresa, il monumento a Ochterion, St. Pavla con interessanti vetrate.

Ai turisti piace andare nei bazar dove è possibile acquistare tessuti colorati, ma l’intrattenimento in questo paese non basta. Ci sono molti ristoranti e caffè dove puoi provare la cucina locale o europea.

citazioni sulla natura e le peregrinazioni

Vacanze in India: cultura e lingue

Il Paese è considerato una repubblica democratica laica, ma la religione fa ancora parte della realtà indiana. La religione principale è l’induismo, che è professato da circa l’83% della popolazione, è un intero sistema di credenze con un enorme pantheon di dei, che dichiara che sulla via della liberazione finale — il nirvana, attraversiamo il ciclo della reincarnazione e il karma è il fattore decisivo nell’avvicinarsi al nirvana.

Un’altra religione importante in India è il buddismo, che rappresenta solo il 2%. Gli indiani considerano Buddha una delle incarnazioni del dio indù Vishnu e i luoghi a lui associati sono centri di pellegrinaggio turistico. Il cristianesimo è arrivato con i primi europei e oggi circa il 2,6% dei suoi seguaci è concentrato a Goa, Calcutta e Kerala.

L’arte indiana è inseparabile dalla religione. Risultati eccezionali includono architettura, scultura di templi indù, miniature dipinte. Fin dai tempi dei Grandi Moghul sono stati preservati edifici sacri musulmani: moschee, mausolei (ad esempio il Taj Mahal), nonché fortezze, edifici cittadini. Certi collegamenti con le credenze si fanno sentire nella musica e nelle danze con ritmi speciali e costumi colorati.

L’India è un paese enorme e diversificato, quindi ci sono molte usanze qui. I musulmani non mangiano il maiale, gli indù preferiscono il manzo. Se sei invitato a cena, devi rispondere positivamente. Inoltre, dovresti sapere che in India esiste un sistema di caste sviluppato e che l’atteggiamento nei confronti delle donne è piuttosto conservatore. Nella conversazione, evita le questioni religiose e politiche sul tema del Kashmir, della Cina, dello Sri Lanka.

Non esiste una «lingua indiana» per tutti. La costituzione riconosce ufficialmente 18 lingue, ma al momento del censimento del 1991 c’erano circa 1.600 lingue e dialetti meno importanti. L’hindi è il più popolare.

economia

L’agricoltura è stata per secoli la spina dorsale dell’economia. Nonostante i significativi cambiamenti e lo sviluppo economico iniziato negli anni ’50, è ancora il settore principale che impiega il 60% della popolazione professionalmente attiva.

Nei primi anni di indipendenza ci furono problemi alimentari, ma il livello della produzione agricola aumentò progressivamente grazie all’introduzione di nuove tecnologie, all’utilizzo delle migliori tipologie di sementi, pesticidi e fertilizzanti. Le colture coltivate sono il riso al sud, il grano al nord. L’India è il più grande produttore di tè, caffè, cocco e spezie.

Solo il 10% della popolazione è impiegato nell’industria e nell’industria mineraria. Le risorse naturali dell’India sono carbone, ferro, titanio, magnesite, manganese. Tuttavia, il loro numero non corrisponde alla domanda del paese. I maggiori centri industriali, Calcutta e Bombay, sono occupati dalle industrie tessili, dell’abbigliamento e della lavorazione dei metalli.

Sebbene il PIL pro capite sia di soli 350 USD, il tasso di crescita è ottimistico al 5%. Tuttavia, il 40% della popolazione vive ancora al di sotto della soglia di povertà. Le tecnologie utilizzate nell’industria sono molto superate, così come le apparecchiature che inquinano l’ambiente.

Vacanze in India: cibo e bevande

Le cucine delle singole regioni differiscono notevolmente a causa di vari fattori storici e condizioni climatiche. Al nord, la cucina è influenzata dalla cultura islamica.

Il vegetarianismo è associato alle tradizioni del popolo dravidico, quindi è comune nel sud e tra la gente del Gujarat. Una spezia usata frequentemente è il peperoncino e il riso è sostituito da grano o altri cereali. L’India settentrionale è famosa per i chapati fritti, un piatto tradizionale punjabi a base di fagioli e lenticchie.

Dalle bevande, ai rinfrescanti succhi di frutta appena spremuti con mango e latte di cocco, si apprezzano le birre domestiche. Si consiglia di bere solo acqua in bottiglia.

sicurezza e salute

L’India non è un paese sicuro. Non fatevi ingannare dalle persone «gentili» che vogliono aiutare e dare consigli in tutto. Molti di loro imbrogliano, quindi i soldi possono esaurirsi rapidamente. È pericoloso anche per le donne che viaggiano da sole, perché l’atteggiamento nei confronti del sesso debole è attualmente catastrofico.

Non è richiesta la vaccinazione, ma si consiglia una dieta vegetariana ed evitando di acquistare pasti pronti per strada. Tieni le mani pulite e bevi acqua in bottiglia.

trasporto

Poiché l’India è grande e le strade non sono delle migliori, volare tra le città è un’ottima opzione. Il traffico aereo è cresciuto notevolmente negli ultimi anni, motivo per cui gli aeroporti, soprattutto a Delhi e Mumbai, sono spesso sovraffollati. Ma se vuoi davvero scoprire i segreti dell’India, ti consigliamo di viaggiare in treno.

Il trasporto ferroviario di passeggeri è ben sviluppato, più sicuro e più accessibile del trasporto aereo. Inoltre, il finestrino del treno offre una vista mozzafiato sui paesaggi indiani. C’è anche la possibilità di viaggiare in treno chiamato «Palazzo su Ruote», che offre viaggi verso 12 destinazioni turistiche.

Quando scegli una vacanza in India in auto, devi ricordare che le strade qui sono brutte, strette e la cultura della guida non è molto accogliente, se sei un drogato di adrenalina, puoi provare, ma non dimenticare l’assicurazione del veicolo. Non è consigliabile utilizzare un taxi, l’autista spesso non conosce bene la zona, quindi ci vorrà molto tempo prima di arrivare a destinazione.

Speriamo che i problemi con i trasporti non ti spaventino, perché il paese merita attenzione. Tutte le attrazioni locali, naturali o architettoniche, non si ripetono in nessun paese del mondo e l’alba sulle torri delle moschee provocherà un vero piacere.

Добавить комментарий

Ваш адрес email не будет опубликован. Обязательные поля помечены *