Il Cairo: la città dei morti in Egitto

кладбище Египта
04.03.2019 0 Comments

Il Cairo è famoso per le piramidi di Giza, la Sfinge, la cittadella di Saladino, il bazar Chan al-Khalili, il museo nazionale egizio. Ecco come si presentano le principali attrazioni dell’agglomerato del Cairo, e le agenzie turistiche fanno entrare in città più di un milione di turisti ogni anno. Tuttavia, è improbabile che ti venga offerto di visitare luoghi non molto attraenti, che rivelano la vita reale al Cairo.

Il Cairo, la città dei morti: due milioni di persone nel cimitero

Secondo i dati egiziani, più di due milioni di persone vivono nei cimiteri storici vicino al Cairo e alle colline Mokattana. Si tratta di circa il 10 per cento della popolazione della più grande città africana.

La popolazione più povera vive qui, quindi l’area del Cairo «la città dei morti» ha ricevuto questo titolo ed è anche considerata molto pericolosa per i viaggiatori — anche la popolazione locale cerca di non entrare qui. Certo, ci sono tali «baraccopoli» in molti paesi del mondo, ma il fatto che i residenti abbiano scelto una casa in un cimitero è una sensazione mondiale.

In generale, la maggior parte della popolazione vive in condizioni di estrema povertà, mentre l’Egitto ha le proprie fonti di petrolio, gas e oro, ed è anche circondato da potenti specchi d’acqua naturali come il Nilo, il Canale di Suez, il Mar Rosso e il Mar Mediterraneo.

foto dei bassifondi

I cittadini del Cairo hanno scelto il cimitero per un motivo, l’unico posto dove si può vivere è il centro città, ma i soldi sono così scarsi che sembra impossibile comprare un appartamento decente. Un enorme cimitero, con molti edifici — tombe, si è rivelato una soluzione ideale. L’architettura antica è dotata di acqua ed elettricità pompate illegalmente dalla città, e ovviamente nessuno paga il loro consumo.

Un piccolo paese ha i suoi negozi, bar, punti di servizio, trasporti pubblici, scuole. La maggior parte dei coloni è impegnata nel commercio, nella fornitura di servizi, nella raccolta di materiali riciclabili, nel foraggiamento, nell’accattonaggio e nel furto.

Citazioni di grandi persone

La città dei morti in Egitto: povera gente o truffatori comuni?

Per alcuni egiziani, gli abitanti della «città dei morti» non sono comuni poveri, ma truffatori che non solo distruggono il mondo dei morti, ma non pagano le tasse, rubano acqua ed elettricità. Inoltre, distruggono le tombe, trasformandole in una discarica. Le persone si rifiutano di lasciare il cimitero, dimostrando agli altri la loro connessione emotiva con i loro antenati sotto il pavimento dei loro appartamenti personali.

città morta - foto

Le autorità municipali hanno cercato di risolvere il problema, ma gli abitanti delle baraccopoli si sono ribellati. Entrare negli isolati equivale a perdere il proprio sostentamento. Oggi ci sono tentativi per migliorare la situazione, l’impressione è che il Paese abbia fatto i conti con questo fenomeno, meglio lasciare tutto com’è.

Turisti indesiderati

I cimiteri del Cairo reagiscono male agli stranieri, sono categoricamente contrari alle macchine fotografiche e alle foto congiunte, perché a nessuno piace vantarsi della povertà. Tuttavia, i turisti continuano a visitare la zona, almeno per conoscere meglio le tradizioni del popolo egiziano. A volte è possibile trovare un coraggioso locale che, a pagamento, vi mostrerà i luoghi d’interesse del cimitero, perché non è difficile perdersi tra i vicoli.

Mentre viaggi tra le case, sentirai l’odore di una varietà di odori, dall’odore di piatti insoliti alla spazzatura che marcisce al sole. Bambini che giocano, una moto di passaggio che lascia dietro di sé una nuvola di polvere di sabbia, cani randagi, biancheria da letto per strada, ma anche vecchi con narghilè su vecchi divani sono le principali attrazioni di questa zona.

Sempre più turisti cercano di visitare il cimitero — avviso di pericolo, non tutti si fermano. Gli amanti dell’avventura trovano difficile resistere alle nuove impressioni, specialmente quelle che arrivano dopo una visita: quando le tasche sono vuote, l’orologio da polso scompare magicamente. Se stai programmando un viaggio al Cairo, la città dei morti, ricorda il nostro consiglio: visita il cimitero, vestiti in modo semplice, lascia tutti gli oggetti di valore in hotel.

Добавить комментарий

Ваш адрес email не будет опубликован. Обязательные поля помечены *